Calabria7

Beni confiscati alla mafia, nasce il progetto la Ginestra (SERVIZIO TV)

Di Carmen Mirarchi

L’assessore al settore Patrimonio Ivan Cardamone presenta il progetto la Ginestra. L’ iniziativa nasce grazie all’impegno dello stesso Cardamone e di tutto il settore comunale che guida.

“Messo a segno finanziamento di 600mila euro che vede l ‘ utilizzo di un bene confiscato alla mafia per finalità sociali” dice l’assessore.

Il progetto prende il nome proprio dalla ginestra che viene lavorata con impiego da personale dell’Istituto minorile e di soggetti svantaggiati.

“Opportunità per la città e per chi lavorerà con il Comune:. La ginestra ha mercato all ‘ estero in vari settori ed è richiesto sopratutto nel.Nord Europa”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Catanzaro, sottopasso via Magellano: l’inciviltà dei cittadini

Mirko

Catanzaro, Migliaccio: “Costruzione villette Giovino frutto di applicazione legge regionale”

Matteo Brancati

Estorsione e droga, otto condanne in Appello

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content