Calabria7

Bilancio Regione, Riccio: “Trasparenza su dati dei debiti”

sanità calabria

“Leggere le polemiche che in questi giorni si sono seguite sul Bilancio regionale, con l’ennesimo lancio di bordate da una parte e dall’altra, non ha però contribuito a dare ai calabresi ciò che meriterebbero anche in questo settore: chiarezza assoluta”.

Lo ha detto il consigliere comunale Eugenio Riccio (gruppo misto), che ha annunciato di voler invitare nella commissione consiliare che presiede l’assessore regionale al ramo Franco Talarico: “Spiegare ai consiglieri comunali del capoluogo cosa succede, precisare passo dopo passo le varie misure che verranno varate dal Consiglio regionale entro la fine di questo mese è una misura quanto mai necessaria e contribuirebbe a scrivere una bella pagina di trasparenza rafforzando la sinergia fra ente regionale e Comuni”.

“Sapevamo – ha aggiunto Riccio -, perché l’aveva sottolineato più di un amministratore nei mesi scorsi, a partire dal sindaco Sergio Abramo, che in questa fase chi avesse vinto le Regionali si sarebbe trovato con il “regalo” avvelenato della vecchia giunta Oliverio, che non ha approvato il Bilancio di previsione lasciando alla giunta attualmente in carica la possibilità di intervenire solo in “dodicesimi”. Va da sé che la presidente Santelli, proprio grazie all’ultimo “regalo” di Oliverio, continui ad avere le mani legate in materia di conti. Al di là di questo, però, la polemica ha evidenziato di nuovo il problema regionale della dubbia esigibilità dei crediti che la stessa Cittadella vanta nei confronti dei Comuni: si tratta di debiti storicizzati come quelli dell’acqua o dei rifiuti, che arrivano a decenni addietro, ma credo comprenda anche debiti più recenti.

A questo scopo – ha concluso Riccio – sarebbe molto interessante, ed è una domanda che rivolgo alla Regione e allo stesso assessore Talarico, conoscere con estrema precisione l’esposizione debitoria di tutti i Comuni calabresi nei riguardi della Cittadella: i dati dovrebbero essere ripubblicati provincia per provincia ancora una volta. Sarebbe inoltre molto utile sapere quali sono i crediti stralciati nel bilancio della Sorical, per l’acqua, e della Regione, per i rifiuti, nei confronti di quelle società miste che sono fallite e che, di fatto, non hanno saldato i propri debiti lasciando un buco nei bilanci dei rispettivi enti. Non sarebbe forse questo il modo migliore per capire chi è che abbia contribuito più di altri a creare guai ai vari governi dei calabresi?”

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Pisano-Gironda: “Centrodestra non ha bisogno di rivoluzionari dell’ultima ora”

manfredi

Droga, Lamorgese: “Operazione Gioia Tauro efficace contrasto a cosche”

Mirko

Comune Catanzaro, riaperture parchi e aree giochi: l’appello dei consiglieri

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content