Calabria7

Bimbo morto in piscina a Cosenza, chiesti 5 anni per gli imputati

farmaci vibo

Cinque anni di carcere è la condanna richiesta dal pubblico ministero per la morte di Giancarlo Esposito, il bambino di 4 anni deceduto a luglio del 2014 nel Kinder park a Cosenza.

Per la morte del bimbo, avvenuta nella piscina comunale di Campagnano, sono finiti a processo Carmine Manna, legale rappresentante della società, e le educatrici Franca Manna, Luana Coscarello, Martina Gallo e Ilaria Bove. Ieri mattina, nell’aula della Corte di Assise, presieduta dal giudice Giovanni Garofalo, si è svolta la penultima udienza. Il processo riprenderà il 18 marzo prossimo con la difesa che cercherà di smontare le accuse, poi la sentenza.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Caduta massi schiaccia acquedotto nel Vibonese, zone senza acqua

Mirko

Interrogazione Ferro (FDI) su morte giovane mamma nell’ospedale di Cetraro

manfredi

Spaccio di droga nel Vibonese, un arresto

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content