Calabria7

Biondo (Uil) :“Il Governo sul porto di Gioia Tauro non ha più scuse “

Il governo e la politica non hanno più alibi: bisogna puntare con convinzione” sul porto di Gioia Tauro. A dirlo, il segretario generale della Uil Calabria, Santo Biondo. “I dati sull’incremento di movimentazione di container a Gioia Tauro – sostiene Biondo – dimostrano che avevamo ragione quando, come Uil e Uiltrasporti, non firmammo un accordo che portava con se una sensibile riduzione di personale e un drastico ridimensionamento delle prospettive di sviluppo economico e produttivo dell’hub portuale gioiese. Quell’accordo era un accordo capestro, ingannevole, che metteva in campo politiche di forte penalizzazione del porto. Per questo, continuamente e in solitudine, decidemmo di rompere le relazioni industriali con Mct. La crescita registrata ufficialmente in questi giorni, dimostra come in quella fase la nostra posizione sindacale non fosse assurda, fuori tempo o penalizzante”

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Welfare, Pitaro: “Calabria regione povera e vecchia, bisogna reagire”

Andrea Marino

Consiglio comunale Cosenza, rapporti tesi Occhiuto-Ecologia Oggi (SERVIZIO TV)

Matteo Brancati

Fase 2b, riunione straordinaria della Conferenza Regioni su integrazione delle linee guida

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content