Condominio trasformato in piazza di spaccio, blitz dei carabinieri a Reggio: tre arresti (VIDEO)

Le attività investigative - coordinate dalla locale Procura della Repubblica - sono state avviate a seguito di un esposto anonimo

Alle prime luci dell’alba di questa mattina, i carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno dato esecuzione all’ordine di applicazione di misure cautelare – emesso dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria, diretta dal procuratore Giovanni Bombardieri – nei confronti di tre persone reggine per produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope, in concorso.

Le indagini

Le indagini

L’odierna operazione, giunge ad esito di una attenta attività d’indagine condotta, a partire da dicembre scorso dai carabinieri della Stazione di Reggio Calabria Modena, sotto il costante coordinamento della locale Procura della Repubblica. Le attività investigative, nello specifico, sono state avviate a seguito di un esposto anonimo diretto a segnalare la trasformazione, da parte di uno degli indagati, di un condominio di proprietà di ente pubblico, sito nel noto Rione Marconi, attraverso barriere e videocamere di sorveglianza approntati al fine di gestire una piazza di spaccio al riparo delle attenzioni delle forze dell’ordine. Fondamentale si è rilevata l’attività info-operativa avviata nell’immediatezza dai militari dell’Arma nonché la successiva attività d’indagine, soprattutto tecnica di videosorveglianza, che ha permesso di confermare la fondatezza dell’ipotesi delittuosa. L’esercizio di tale attività illecita è stata inoltre avvalorata anche dai plurimi sequestri di droga effettuati in danno degli acquirenti della sostanza, visti nell’atto di uscire dalla palazzina oggetto d’indagine e controllati, nelle immediatezze, dagli operanti a cui gli stessi riferivano di essersi riforniti presso uno stabile agevolmente individuabile con quello oggetto delle indagini.

Perquisizione e seuqestro

I successivi riscontri investigativi, inoltre, hanno permesso di appurare che i vari individui interessati, prima di realizzare tali scambi, venivano colti nell’atto di bussare alla porta d’ingresso dell’abitazione di pertinenza di uno degli indagati, già sottoposto agli arresti domiciliari, ove gli acquirenti si trattenevano pochi minuti, per il tempo necessario al fine di acquistare la droga. Ulteriori conferme del ruolo assunto dagli indagati, in qualità di autori – in concorso tra loro – del delitto di detenzione e di plurime cessioni di cocaina, sono emerse anche dagli esiti delle perquisizioni, effettuate nel corso delle attività, a seguito delle quali è stata scovata nel complesso una rilevante somma in contanti, costituita da banconote di piccolo taglio per un ammontare di circa 4mila euro, sottoposti a sequestro in quanto considerati provento di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’intervento dei Vigili del Fuoco

Trovate dai militari, inoltre, varie dosi di cocaina occultate negli incavi del vano scala appartenente alla palazzina del Rione. Nell’ambito delle attività sono stati in ultimo abbattuti e rimossi, su disposizione dell’Autorità giudiziaria, ostacoli fissi dal personale dei Vigili del Fuoco – nella fattispecie una parete in ferro posta tra due piani ed un’altra struttura dello stesso materiale ubicata al piano terra – poiché realizzate abusivamente al fine di favorire l’attività di spaccio. Un’operazione che si inquadra nell’attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti da parte dei carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, che si pone tra gli obiettivi principali, nell’ampio disegno di contrasto di tale fenomeno criminale dilagante e dei proventi illeciti che ne derivano, grazie ad una costante azione di controllo del territorio.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Antonio Decaro ha partecipato ad un incontro in Calabria con il senatore Nicola Irto, l'arcivescovo Giovanni Checchinnato e il sindaco Caruso
In programma numerosi appuntamenti durante due giorni, con maschere, sfilate e divertimento per i grandi e i piccoli
L'anno scorso le denunce di infortunio con esito letale sono state 1.041 in tutto il Paese, 49 in meno rispetto al 2022
L’iniziativa sarà aperta al pubblico e avrà lo scopo di valorizzare gli investimenti dell’amministrazione regionale nel settore turistico
Al convegno Fidapa ne discuteranno primari ospedalieri, ostetriche, docenti e avvocati all’istituto tecnico Malafarina di Soverato
La salma e la documentazione sanitaria sono state sequestrate per gli accertamenti. La verifiche medicolegali dovranno determinare le cause del decesso
Sul luogo carabinieri, polizia e polizia locale. Nessuna ipotesi è esclusa al momento, compresa quella di un gesto volontario
Il sindaco Giuseppe Falcomatà ha omaggiato la centenaria reggina con una targa di auguri e un omaggio floreale
Durante i controlli della Polizia di Stato nel Catanzarese gli agenti hanno trovato cocaina, hashish e due bilancini di precisione
La città ha rinsaldato il proprio legame con l'indimenticato maestro e cittadino onorario
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved