Calabria7

Blitz in Olanda per catturare Matteo Messina Denaro, ma era solo un turista

Pensavano di averlo catturato, alla fine però quello portato a termine dalle forze speciali olandesi si è rivelato un vero e proprio flop. L’uomo bloccato e bendato durante l’operazione con i corpi speciali e le armi spianate in un ristorante all’Aja, nei Paesi Bassi, infatti, non era Matteo Messina Denaro ma un turista di Liverpool di nome Mark, 54 anni, che si trovava in Olanda insieme al figlio per assistere al Gran Premio di Formula 1 a Zandvoort. A confermare l’errore la prova del Dna, chiesta dall’avvocato dell’uomo. Lo stesso pubblico ministero olandese ha rilasciato una dichiarazione in cui ha spiegato che “l’uomo arrestato, all’inizio della settimana, in un ristorante di Hague, non era quello ricercato dalle autorità italiane”.

Il legale non esclude una richiesta di risarcimento

La vicenda, però, potrebbe non chiudersi qui, perché secondo quanto affermato dal legale del 54enne al quotidiano The Guardian, potrebbe esserci una richiesta di risarcimento. “È stato un incubo e sarebbe potuto capitare a chiunque, in questo caso è toccato al mio assistito. Quando mi hanno avvertito – spiega – che era stato arrestato perché scambiato per il boss della mafia Matteo Messina Denaro, ho creduto che si trattasse di uno scherzo. Sapevo che il mio cliente era nato e cresciuto in Inghilterra ed ha un marcato accento di Liverpool”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

‘Ndrangheta, arrestato a Torino il fiancheggiatore del boss Vittorio Raso

Giovanni Bevacqua

Abusò di minore, radiato dall’albo dei giornalisti don Michele Mottola

Giovanni Bevacqua

Guido Bertolaso: “Sono positivo al Coronavirus, ma vincerò io”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content