Blitz in quartiere popolare San Pietro Lametino, perquisiti decine di appartamenti (VIDEO)

Dalle prime ore di questa mattina, nell’ambito delle iniziative finalizzate a contrastare fenomeni di illegalità nelle zone più degradate della città, gli uomini della Compagnia Carabinieri, del Commissariato di P.S. e del Gruppo della Guardia di Finanza di Lamezia Terme, coadiuvati dalle rispettive unità cinofile, hanno messo in atto un ulteriore servizio ad alto impatto presso il complesso popolare di San Pietro Lametino, che conta due palazzine per un totale di 64 appartamenti di proprietà di Poste Italiane s.p.a. e dell’Aterp di Catanzaro, dei quali circa la metà in completo stato di abbandono.

Nell’area, all’estrema periferia della città, si sono registrati nel tempo fenomeni di illegalità ed incuria.

Nell’area, all’estrema periferia della città, si sono registrati nel tempo fenomeni di illegalità ed incuria.

Decine gli appartamenti sottoposti a perquisizione da parte delle forze di polizia ove, anche grazie all’intervento di personale dell’Enel, sono stati riscontrati diversi allacci abusivi alla rete elettrica, in particolare ai contatori di proprietà di Poste Italiane s.p.a..

Un altro soggetto, invece, è stato deferito in stato di libertà per aver abusivamente occupato uno degli appartamenti perquisiti.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La segretaria regionale Caterina Fulciniti interviene sulle intese raggiunte nei giorni scorsi
Scendono le medie nazionali dei prezzi praticati alla pompa, in particolar modo per i maggiori marchi
Il presidente americano: "Per colpa sua e di quello come lui dobbiamo preoccuparci di un conflitto nucleare"
Diciannove persone sono finite in carcere e 3 agli arresti domiciliari. Tra i reati contestati, a vario titolo, anche ricettazione e sequestro di persona
Oltre ai destinatari dei provvedimenti cautelari, nei due procedimenti penali risultano indagate complessivamente 40 persone
l'inviato
I residenti puntano il dito contro Comune e Aterp e da anni chiedono la messa in sicurezza degli alloggi popolari che rischiano di collassare
Tajani unico candidato alla segreteria, mentre secondo gli analisti il presidente della Regione Calabria dovrebbe essere "il favoritissimo" numero 2
L'uomo, stando alle prime notizie, sarebbe stato colto da un arresto cardiaco che non gli ha lasciato scampo
Per gli appassionati della montagna la buona notizia è che restano aperti la cabinovia e i rifugi di monte e di valle
"La causa principale di ciò che accade nel Mediterraneo è del neocolonialismo e di chi obbliga le persone a intraprendere questo viaggio"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved