Calabria7

Bologna, dottore calabrese salva la vita a un neonato con rara cardiopatia

Il primo nato in Calabria

C’è anche la mano di un dottore calabrese nei due interventi chirurgici che ha salvato la vita ad un neonato di Piacenza, affetto da una grave e rara cardiopatia congenita. Il piccolo potrà vivere grazie al lavoro straordinario dell’ospedale di Piacenza e del Sant’Orsola di Bologna.

Decisivi, in tal senso, i medici delle strutture sanitarie che hanno operato magnificamente in una situazione molto delicata e salvato, dunque, la vita al neonato, venuto alla luce spontaneamente qualche giorno fa. La diagnosi fatta in pochi minuti dal parto ha evitato il poggio. Il piccolo, sottoposto a due interventi chirurgici in poche settimane, adesso sta bene ed è tornato a casa. Nell’equipe medico-sanitaria che è intervenuta c’è anche il professore Gaetano Gargiulo, direttore della Chirurgia Pediatrica e dell’Età evolutiva del Policlinico di Sant’Orsola, nativo di Siderno Marina. Lo stesso, a La Repubblica, ha affermato: “Ora il piccolo può a ben diritto aspirare a una vita normale senza particolari controindicazioni»”.

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Onoranze funebri, colpo di coda su legge: si dimette Calió

manfredi

Casi di coronavirus in un comune del Vibonese, il sindaco chiude le scuole

bruno mirante

Coronavirus: nuova donazione all’ospedale Annunziata di Cosenza

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content