Calabria7

Bonus per spese sanitarie ai lavoratori e ai titolari di imprese del settore artigianato

bonus artigianato

Continuano a crescere gli aiuti messi in campo dalle parti sociali dell’artigianato calabrese per contrastare i caro vita dei lavoratori, ma anche dei titolari di impresa artigiana. Dopo il Bonus Luce erogato ai lavoratori dipendenti e il Bonus Rincari il cui Bando è in pubblicazione sul sito di EBAC Calabria proprio in questi giorni, l’Ente fa sapere che, grazie al Fondo Sanarti, è possibile anche presentare le richieste di rimborso per tutte le spese sanitarie previste nel Nomenclatore.

Un’opportunità per i bilanci familiari

Nei giorni scorsi, in occasione dell’inaugurazione di alcuni sportelli territoriali Sanarti, il presidente Claudio Giovine ha fatto visita alla casa della Bilateralità dell’Artigianato a Catanzaro, dove il Fondo Sanitario annovera la sede di coordinamento regionale. A ricevere Giovine, il presidente di EBAC Calabria Paolo D’Errico che dando il benvenuto in Calabria al massimo rappresentante del Fondo, ha voluto ribadire l’importanza di promuovere insieme alle prestazioni economiche offerte dall’Ente Bilaterale anche quelle erogate da Sanarti che in un momento di forte difficoltà come quello attuale, rappresentano un’opportunità per i bilanci familiari, non solo dei lavoratori ma anche dei titolari artigiani.

Il monito ai datori di lavoro

“Il Fondo dell’artigianato – ha ricordato Giovine – rappresenta per dimensioni e numeri, il terzo Fondo Sanitario Contrattuale insieme a Commercio ed Edilizia, annoverando quasi 700 mila iscritti. Purtroppo in Calabria, così come in tutto il Centro Sud, il Fondo ancora copre solo il 15% dei lavoratori ed è per questo che è necessario secondo i massimi vertici della bilateralità, operare con capillarità su tutto il territorio con sportelli dedicati alla promozione e all’assistenza. È importante – ha detto Giovine – che i datori di Lavoro riconoscano i benefici derivanti dal welfare contrattuale. I risparmi che ne conseguono per i lavoratori, ma anche per i titolari, sono un’opportunità ed un valore aggiunto per le imprese da non sottostimare”.

Una rete capillare informativa in tutta la Calabria

Alla visita erano presenti anche Silvano Barbalace e Giulio Valente rispettivamente segretari regionali di Confartigianato e CNA, i quali hanno ribadito la “necessità di estendere ulteriormente alcuni pacchetti sanitari e la necessità di snellire gli iter procedurali per l’accreditamento delle strutture in convenzione così da rendere competitive le offerte ambulatoriali e vantaggiose tutte le prestazioni sanitarie di SANARTI in maniera omogenea su tutti i territori. Si è così cementata la massima collaborazione per l’implementazione di una rete capillare informativa in tutta la Calabria alla quale contribuiscono già fattivamente non solo le associazioni datoriali ma anche le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil”.

Al termine dell’incontro, Paolo D’Errico, presidente dell’EBAC, nel ringraziare Giovine per l'”attenzione rivolta alla Calabria”, ha annunciato che, “già dalle prossime settimane, si organizzeranno seminari informativi itineranti e circolari informative rivolte anche agli ordini professionali, questi ultimi ritenuti anello di congiunzione imprescindibile tra imprese, lavoratori, parti sociali e Fondi di welfare contrattuale”.

© Riproduzione riservata.
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content