Borgia, Sacco: “Vittime di guerra non hanno colore, recuperare memoria un dovere”

“Recuperare la memoria dell’esodo istriano, delle foibe, formare ed informare le giovani generazioni su quanto accaduto sul confine orientale agli inizi del Novecento, fino al nascere degli irredentismi e alla Seconda Guerra mondiale. E’ davvero importante che negli ultimi anni la scuola abbia deciso di approfondire queste pagine di storia dimenticata, che significa anche e soprattutto onorare la memoria di migliaia di vittime accantonate per questioni politiche”. E’ quanto ha affermato il sindaco di Borgia, Elisabeth Sacco, partecipando all’incontro formativo, indirizzato anche al corpo docente, tenuto nel Parco Archeologico di Scolacium a Roccelletta di Borgia sul tema “Foibe e confine orientale”.

L’evento formativo, organizzato dal MIUR è stato incentrato su due relazioni: quella del prof. Giuseppe Parlato, che ha approfondito il tema del confine orientale nella prima metà del ‘900 dalla nascita degli irredentismi fino al secondo conflitto mondiale; e quella del prof. Lorenzo Salimbeni che ha illustrato la storia delle foibe e dell’esodo. A seguire la testimonianza dell’ottantasettenne Silvano Scherl, esule da Fianona d’Istria, che oggi vive in Calabria, a Roccella Jonica. Presenti tra gli altri la dottoressa Maria Rita Calvosa, direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale; la professoressa Caterina Spezzano, dirigente tecnico del MIUR; dell’avv. Roberta Capri, presidente Lions Club Rupe Ventosa di Catanzaro. Il convegno è presentato dalla professoressa Marialuisa Lagani, dirigente dell’I.C. “G. Sabatini” di Borgia.

L’evento formativo, organizzato dal MIUR è stato incentrato su due relazioni: quella del prof. Giuseppe Parlato, che ha approfondito il tema del confine orientale nella prima metà del ‘900 dalla nascita degli irredentismi fino al secondo conflitto mondiale; e quella del prof. Lorenzo Salimbeni che ha illustrato la storia delle foibe e dell’esodo. A seguire la testimonianza dell’ottantasettenne Silvano Scherl, esule da Fianona d’Istria, che oggi vive in Calabria, a Roccella Jonica. Presenti tra gli altri la dottoressa Maria Rita Calvosa, direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale; la professoressa Caterina Spezzano, dirigente tecnico del MIUR; dell’avv. Roberta Capri, presidente Lions Club Rupe Ventosa di Catanzaro. Il convegno è presentato dalla professoressa Marialuisa Lagani, dirigente dell’I.C. “G. Sabatini” di Borgia.

Il sindaco Sacco ha colto l’occasione per rinnovare le congratulazioni agli studenti e ai docenti dell’Istituto che con i ragazzi delle classi III A e B della scuola secondaria di I grado, ha vinto il primo premio del concorso nazionale “10 febbraio” per l’anno scolastico 2018-2019 grazie allo scritto “La mia Fiume”; referente del progetto è stata la professoressa Mariangela D’Urzo ed il premio è stato consegnato lo scorso febbraio al Quirinale dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si trova attualmente agli arresti domiciliari ed è accusato di aver perseguitato con diverse condotte una donna conosciuta nel corso di una cena
Il prossimo sabato 25 maggio l’incontro “Con Giorgia i giovani cambiano l’Europa”. Ci saranno i candidati alle elezioni europee
La squadra in Lombardia con un volo charter. Si trasferirà in una struttura vicino a Cremona per il ritiro prepartita abituale
L'imputato secondo l'accusa, si sarebbe fatto praticare rapporti orali da una minorenne in cambio di una somma di denaro
Operazione della Guardia di Finanza nel contrasto al lavoro sommerso. Scoperti dodici lavoratori completamente senza contratto
Torna a crescere la fiducia degli italiani verso le istituzioni, pubbliche e private, ma solo una parte raccoglie oltre la metà dei consensi
Interrogatorio di garanzia davanti al gip di Vibo. Ha risposto a tutte le domande l’ex direttrice amministrativa Valentina Amaddeo. Prodotta una memoria difensiva
L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi
Ne dà notizia in una nota l'ateneo, spiegando che le circostanze della morte dell'avvocato e giurista "sono in corso di accertamento"
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved