Calabria7

Bruxelles, proposte delegazione Calabria per attutire gap trasporti

La cartina del piano TEN T

Una delegazione della Regione Calabria ha preso parte al XIV Meeting sul Corridoio di trasporto Scandinavo-Mediterraneo (Scan-Med) che si è svolto a Bruxelles.

Per l’ente regionale c’erano il vicepresidente con delega al Piano Regionale dei Trasporti prof. Russo, il Dirigente ing. Iiritano e l’ing. Petrungaro.

I lavori sono stati introdotti da Pat Cox, coordinatore del corridoio Scan-Med, cha ha riassunto dapprima le attività svolte dal XIII Meeting ad oggi, ed ha richiamato l’attenzione sui progetti relativi ai corridoi della rete core TEN-T.

Dopo l’adozione dei contenuti trattati nel XIII Meeting dello scorso giugno, a cui avevano già partecipato il prof. Russo e l’ing. Iiritano, è stato presentato uno studio sui progetti in progress, sono stati richiamati i risultati dello studio di mercato riguardante il trasporto multimodale; l’aggiornamento dell’elenco dei progetti 2019; l’analisi dei nuovi parametri del corridoio.

L’intervento del prof. Russo ha riguardato le carenze della rete TEN-T in Calabria ed in particolare l’assenza del corridoio jonico TEN-T verso Nord nella rete core e verso Sud nella rete comprehensive e la differenza con il Rail Freight Corridor (RFC) che invece si svolge lungo il corridoio jonico.

Ciò determina la mancanza di qualunque tratto di sistema di trasporto ferroviario o stradale del corridoio jonico e delle trasversali nel corridoio europeo TEN-T Scan-Med e quindi l’impossibilità di attingere alle risorse europee. Da questo ne segue la necessità, evidenziata dalla Regione Calabria, di eliminare tale mancanza adeguando in tal senso le reti TEN-T, procedendo rapidamente al loro potenziamento a livello degli standard europei.

Il prof. Russo, in particolare, ha proposto interventi per l’integrazione tra le linee ferroviarie Ionica e Tirrenica con la realizzazione sulla trasversale Sibari-Cosenza-Paola del secondo tunnel di Cosenza e l’upgrade a modulo 1000, o almeno 750, e a P/C80.

A seguire sono state trattate le tematiche inerenti le infrastrutture per il Corridoio merci; è stato presentato il portfolio CEF per lo Scan-Med; il bando CEF Blending Facility; le nuove funzionalità in TENtec; i progetti selezionati sul corridoio Scan-Med. In conclusione Pat Cox ha illustrato le prossime attività per i corridoi della rete core e il piano di lavoro fino con l’aggiornamento del 4°workplan.

Il Meeting è stato una grande opportunità. Infatti, oltre all’acquisizione diretta di informazioni ed aggiornamenti sul corridoio Scan-Med, ha consentito alla Regione Calabria di avanzare delle proposte ritenute centrali per lo sviluppo del sistema dei trasporti Europeo in Calabria.

Il corridoio Scan-Med è l’asse che collega la Finlandia e la Svezia a nord, sino all’isola di Malta a sud, attraversando la Danimarca, la Germania e l’Italia. Le regioni lungo il Corridoio Scan-Med costituiscono l’area socio-economica più importante dell’UE. Nel 2013 hanno generato il 20% del PIL dell’UE, con un reddito pro-capite medio UE superiore a quasi € 35.200.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Crotone, il 14 giugno conclusione Festival Prima

Matteo Brancati

Si chiamerà Futura, donne protagoniste del futuro calabrese (SERVIZIO TV)

manfredi

‘Orange’, percorso di avvio al lavoro per giovane vittima

nico de luca
Click to Hide Advanced Floating Content