Bufera su Soumahoro, il deputato in lacrime: “Mi volete morto ma non ucciderete le mie idee”

Dopo le accuse piovute sulla sua famiglia, si difende : "E' da una vita che sto lottando per i diritti delle persone"

Mi dite cosa vi ho fatto? E’ da una vita che sto lottando per i diritti delle persone, da una vita… Vent’anni per strada a lottare per dare dignità alle persone. La mia vita è stata caratterizzata dalla lotta contro qualsiasi forma di sfruttamento. Voi mi volete morto”. In lacrime, Aboubakar Soumahoro si difende dalle accuse piovute sulla sua famiglia, dopo l’inchiesta aperta dalla procura di Latina sulle condizioni dei lavoratori nelle cooperative gestite dalla moglie e dalla suocera. “Voi mi volete distruggere ma avete paura delle mie idee”, attacca il sindacalista e deputato dell’Alleanza Verdi Sinistra in un video postato sulla sua pagina Facebook.

“Pensate di seppellirmi ma non ci riuscirete. Sono giorni che non dormo. Ho lottato per le persone che voi avete abbandonato. Mia moglie è disoccupata, è iscritta all’Inps, non possiede allo stato attuale nessuna cooperativa. Perché non parlate con lei? Quando l’ho conosciuta lavorava già nell’ambito dell’accoglienza. Parlate con mia suocera, chiedete a lei che è proprietaria della sua cooperativa: sarò il primo a scioperare con i dipendenti e a lottare per i loro diritti”. “Voi mi volete morto – conclude Soumahoro – ma non riuscirete a uccidere le mie idee”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Fortunatamente ha avuto il tempo e la concentrazione per rallentare
L'indagine: è come se le lavoratrici italiane iniziassero a percepire uno stipendio a partire da febbraio, pur lavorando regolarmente dal 1° gennaio
Le organizzazioni sindacali hanno rimarcato l’"imperante necessità di porvi rimedio già nelle prossime occasioni parlamentari"
I carabinieri stanno indagando per capire dove e come la piccola abbia assunto cannabis
I conducenti sono stati anche denunciati per guida in stato di alterazione causata dall'assunzione di stupefacenti
Lo rendono noto le Ferrovie della Calabria. Il manto nevoso intriso di pioggia potrebbe compromettere l’incolumità dei fruitori
È stato il padre a confermare la causa del decesso: "Notiamo, con amarezza, che questi casi di morte per malore improvviso sono divenuti molto frequenti"
Sul tratto interessato si sono registrati rallentamenti. Intervenute le forze dell'ordine e il soccorso stradale
In questo modo, gli studenti potranno votare nel comune in cui sono provvisoriamente domiciliati
Tre presidi nelle province di Reggio, Crosia e Torre Melissa per richiamare l'attenzione sulla sicurezza su quella che viene definita la "strada della morte"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved