Calabria7

Buona la prima per Vivarini: il Catanzaro torna alla vittoria contro il Foggia di Zeman

di Antonio Battaglia – “Dobbiamo guadagnare tempo e fare risultato già contro il Foggia”. Il Catanzaro ascolta Vivarini e stende il temibile Foggia di Zeman, salendo a quota 28 punti in classifica. 2-0 il risultato finale di un match ben giocato dai giallorossi, bravi a concedere pochissimi spazi a un avversario scomodo e a concretizzare in gol le occasioni da rete. Tre punti preziosi che restituiscono sorrisi, ossigeno e fiducia al team giallorosso, chiamato ora a una continuità di risultati per recuperare terreno sulle dirette concorrenti.

Primo tempo

Nei primi minuti le squadre si affrontano in una intensa fase di studio, con gli ospiti che sembrano manovrare con più fluidità il pallone. Il primo squillo, però, lo crea l’undici di Vivarini: cross di Vazquez all’indirizzo di Cianci, che colpisce di testa con il pallone che sbatte prima sul palo e successivamente su Volpe che devia in angolo. Al 18’ è Welbeck a rendersi pericoloso con una conclusione da ottima posizione che viene ribattuta dalla difesa biancorossa. La gara si assesta su ritmi non elevati, con i giallorossi che sviluppano il proprio gioco soprattutto sull’out sinistro impensierendo la difesa di un Foggia che non riesce a pungere in avanti. Al 38’ altra chance per i padroni di casa: suggerimento di Bombagi in mezzo, il pallone viene deviato sottomisura da Cianci ma Volpe interviene in maniera felina mandando in angolo. La squadra di Vivarini aumenta i giri del motore e a ridosso dell’intervallo trova il vantaggio: cross ancora una volta dalla sinistra, sponda di petto di Cianci in area per Vazquez che di destro trafigge Volpe.

Secondo tempo

In avvio di ripresa Zeman cambia la corsia di destra e al 49’ il Foggia si rende pericoloso con un colpo di testa di Ferrante respinto da un Gatti in grande spolvero. Al 55’ è Di Pasquale a chiudere provvidenzialmente su Cianci lanciato a rete, mentre tre minuti dopo Vazquez sfodera un gran sinistro che viene deviato abilmente in corner da Volpe. A gestire il possesso del pallone è sempre il Catanzaro che non riesce però a impensierire realmente la difesa rossonera fino al 72′, quando trova il definitivo 2-0: punizione battuta da Vandeputte dalla trequarti destra, doppia deviazione di Di Pasquale all’indirizzo di Sciacca che di testa fredda l’incolpevole Volpe. Nel finale c’è spazio solo per qualche girandola di cambi per parte e l’ordinaria amministrazione del match da parte dei padroni di casa.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sant’Anna Hospital, l’Asp: “Terremo conto degli sviluppi dell’inchiesta Cuore Matto”

bruno mirante

Catanzaro, Ordinanza del sindaco Abramo sui mercati rionali

Mirko

Carabinieri, presentato calendario ufficiale 2020

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content