Cade dalla sedia a rotelle all’uscita dalla scuola, morto 13enne: disposta l’autopsia

Angelo, affetto da una distrofia muscolare, sarebbe caduto mentre scendeva dalla scala anziché dallo scivolo per disabili. Tuttavia, le indagini sono ancora in corso

Hanno il cuore a pezzi i genitori di Angelo, il 13enne che domenica è morto dopo cinque giorni di ricovero in ospedale. A causarne il decesso sarebbero state le conseguenze di una caduta all’uscita di scuola dalla carrozzina su cui era costretto dalla distrofia muscolare. La morte sarebbe dovuta a una complicazione neurologica indotta dalle fratture alle tibie.

Erano le 13.30 del 6 febbraio e nell’istituto che frequentava a Giurdignano, in provincia di Lecce, la campanella stava suonando. La voglia di tornare a casa era tanta. Accompagnato da un operatore sociosanitario che lo aiutava a spostarsi, il 13enne è uscito dal plesso dell’istituto. Qualcosa, però, è andato storto e Angelo è caduto.

Erano le 13.30 del 6 febbraio e nell’istituto che frequentava a Giurdignano, in provincia di Lecce, la campanella stava suonando. La voglia di tornare a casa era tanta. Accompagnato da un operatore sociosanitario che lo aiutava a spostarsi, il 13enne è uscito dal plesso dell’istituto. Qualcosa, però, è andato storto e Angelo è caduto.

Sembra non sia nulla di grave, solo qualche escoriazione e livido. Il ragazzino torna a casa con un’amica di famiglia e racconta in lacrime ai genitori l’accaduto. Poco dopo comincia a stare male e perde coscienza. Non c’è tempo da perdere e i genitori lo accompagnano per accertamenti all’ospedale di Scorrano. La situazione però si complica e Angelo viene trasferito a Lecce, nel reparto emergenza urgenza dell’ospedale Vito Fazzi. Qui le sue condizioni si aggravano ulteriormente e viene ricoverato in rianimazione, fino a ieri quando è sopraggiunto il decesso.

Avrebbe compiuto 14 anni il 15 febbraio

Angelo avrebbe compiuto 14 anni il 15 febbraio. La sua morte ha sconvolto il piccolo borgo di meno di 2 mila anime in cui viveva con la sua famiglia. Anche suo fratello maggiore ha la stessa malattia. “I genitori sono distrutti – spiega l’avvocato Salvatore Corrado, uno dei due legali che assistono la famiglia -. Non abbiamo certezze al momento ma, a sentire i genitori, gli operatori sanitari che hanno avuto in cura Angelo dal 6 all’11 febbraio hanno fatto tutto ciò che era possibile per salvarlo”.

“Alcuni bambini presenti al momento dell’uscita da scuola – aggiunge – hanno detto che Angelo è caduto perché erroneamente è stato fatto scendere dalla scala invece che dallo scivolo per disabili, ma sono tutte cose che dobbiamo ancora verificare“. Sull’accaduto la procura di Lecce ha aperto un’inchiesta. E il pm Alberto Santacatterina ha disposto l’autopsia. Le indagini della squadra mobile si stanno concentrando sull’istituto di Giurdignano.

Gli investigatori hanno sequestrato i filmati delle telecamere di cui la scuola è provvista e che potrebbero rivelare l’esatta dinamica dei fatti. Sul fascicolo aperto per omicidio colposo a breve potrebbe essere scritto il nome dell’operatore sociosanitario che era col 13enne al momento della caduta. (ANSA)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La strada è stata provvisoriamente chiusa al traffico. Il personale di Anas è sul posto per la gestione della viabilità
Un’opera rock di assoluto valore artistico, storico e culturale, che ci riporta al popolo dei Bretti e al mito di Donna Brettia
Edison Malaj è deceduto schiacciato da una lastra di cemento mentre lavorava nel piazzale delle ex cantine sociali di Frascineto
Al "Ceravolo" una partita equilibrata con brivido finale per i giallorossi, che salgono a 39 punti
L’uomo è stato portato in elisoccorso all’Annunziata di Cosenza. La strada fortunatamente non era trafficata al momento dell’incidente
"Si sta cercando di delocalizzare il poco rimasto nel capoluogo che fino a ora rendeva la stessa realtà, e l'area più centrale della Calabria, attrattivi"
Dirigenti dell’Anas, indagati per presunta corruzione, avrebbero fornito informazioni riservate sulle gare. Tutto ruota intorno alla Inver
È il caso di un uomo di 74 anni. Una Tac alla testa ha rivelato la presenza di un ago per l'agopuntura che stava causando un’emorragia cerebrale
Il Coruc, Comitato regionale universitario di coordinamento della Calabria, ha dato l'ok definitivo
Durante la notte i malviventi hanno sfondato la porta, ma è immediatamente scattato l'allarme
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved