Calabria terra da scoprire, doppio gemellaggio tra le città di Soverato e Plock (FOTO)

Il sindaco Daniele Vacca sigla l’accordo con la cittadina Polacca e L’IPSSEOA di Soverato diventa protagonista di un importante scambio culturale
soverato plock

Un evento di cultura enograstronomica che punta su identità, accoglienza e sostenibilità quello di “Calabria terra da scoprire” promosso dal Comune di Soverato e dall’Istituto per i servizi alberghieri di Soverato con il patrocinio della Regione Calabria. La cittadina ionica diventa protagonista della kermesse enogastronimica all’interno della quale si sigla un doppio gemellaggio con la città di Plock che ospita il sindaco Daniele Vacca, (accompagnato dalla delegata all’istruzione Caterina Gatto) e il dirigente dell’istituto alberghiero Renato Daniele che raggiunge i docenti e gli studenti soveratesi protagonisti di uno scambio culturale che si concluderà il 21 maggio.

Apertura di nuovi mercati

Apertura di nuovi mercati

“Abbiamo aperto delle relazioni internazionali e siglato un gemellaggio con il sindaco di Plock Andrzej Nowakowski- spiega il sindaco Vacca – fondamentali per spingere sull’apertura di nuovi mercati sia per i nostri studenti, che possono allargare le proprie prospettive con esperienze altamente formative fuori dai confini nazionali, sia per i nostri imprenditori locali che hanno avuto una grande opportunità per far conoscere i loro prodotti all’interno di una vetrina prestigiosa. Il Comune di Soverato in una partnership con l’Istituto alberghiero, ha però anche aperto delle relazioni importanti da spendere nel campo turistico, siglando un accordo che porterà ad ottobre nella nostra cittadina una rappresentanza degli amministratori e lo stesso capo del governo cittadino della città di Plock”.

Un turismo parallelo

Vacca prosegue: “In Polonia abbiamo realizzato una cena di gala in cui gli studenti e i docenti dell’Istituto alberghiero hanno cucinato e servito, allestendo poi nel pomeriggio di ieri una kermesse enogastronomica aperta al pubblico in cui protagoniste sono state le tradizioni enogastronomiche calabresi con la produzione di piatti tipici preparati con materie prime importate direttamente dal nostro territorio. Un segnale importante e una soddisfazione in più per veicolare la nostra cultura e la nostra proposta di un turismo parallelo a quello balneare e altrettanto interessante e per promuovere la scuola d’eccellenza del dirigente Renato Daniele che ha l’importante compito di formare le future generazioni che opereranno nel campo turistico”.

Protagonisti della kermesse enogastronomica gli studenti e gli insegnanti dell’istituto soveratese che hanno allestito gli stand dedicati ai principali prodotti enogastronomici calabresi a marchio dop, ogp, doc alternati da postazioni destinate ai cooking show.

Ben 20 alunni di Soverato ospiti nella cittadina polacca

“Tutto è partito – spiega il dirigente scolastico Renato Daniele – da uno scambio culturale richiesto dal liceo classico e linguistico di Plock che ha permesso a 20 alunni del nostro istituto di essere ospitati nella cittadina polacca che si trova a pochi chilometri da Varsavia e che permetterà ad altrettanti studenti polacchi di essere ospitati ad ottobre a Soverato. Un’opportunità per i nostri studenti che si è tradotta in un’esperienza didattica e culturale a 360 gradi. A seguito di questo scambio è nato un gemellaggio politico tra Soverato e Plock che è una cittadina di 180mila abitanti, sede della sede più grande d’Europa della New Holland produttrice di tutte le macchine agricole utilizzate in Italia. L’amministratore delegato dell’azienda è stato nostro ospite nella cena di gala e ci ha ospitato in una visita guidata della sede. A ottobre ricambieremo accogliendo a Soverato il sindaco, il vicesindaco e alcuni assessori della cittadina”.

Questo, secondo Vacca, “significa crescere culturalmente e allargare le prospettive future per i giovani venuti a contatto con una città che ama la nostra cultura e richiede professionalità made in Italy, oltre che una formazione in sede di chef e di maitre”.

Menù rigorosamente calabrese

Piatto forte presentato in Polonia è stato il primo di fileja a base di ‘nduja, ricotta affumicata e melanzane oltre a una serie di prodotti tipici caseari, salumi soppressate e una caponata a base di melanzane e cipolla di Tropea in aggiunta ai prodotti tipici del territorio calabrese come miele e nocciola, quest’ultima utilizzata anche nella cena di gala per realizzare il risotto e i secondi.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Interrogatorio di garanzia davanti al gip di Vibo. Ha risposto a tutte le domande l’ex direttrice amministrativa Valentina Amaddeo. Prodotta una memoria difensiva
L'ordinanza sulla sicurezza dei bagnanti comprende i Comuni da Simeri Crichi a Monasterace fino alla foce del torrente Assi
Ne dà notizia in una nota l'ateneo, spiegando che le circostanze della morte dell'avvocato e giurista "sono in corso di accertamento"
Del caso si sta occupando la Squadra Mobile. Sul luogo dell'agguato la polizia scientifica ha recuperato ben 5 bossoli
Sul posto oltre 15 unità dei vigili del fuoco che hanno lavorato per oltre un'ora nello spegnimento delle fiamme. Al via le operazioni per risalire alle cause del rogo
Sarà attivo il servizio sostitutivo via bus ma non si escludono disagi dal momento che l'intervento avviene nel periodo estivo
Avrebbero causato danni per circa mezzo milione di euro tra furto di energia elettrica e danneggiamenti ai contatori Enel
Secondo le ipotesi accusatorie avrebbero falsamente dichiarato un reddito inferiore rispetto alal soglia minima richiesta per legge
garbino
Ci sono anche due avvocati coinvolti nell'inchiesta della Dda di Catanzaro, nome in codice Garbino
Le armi vendute alle più importanti cosche calabresi, dai Giampà di Lamezia, agli Arena di Isola, ai Mancuso di Limbadi
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved