Calabria7

“Calabria terra di mafia e terremoti”: è bufera su sito easyJet

calabria easyjet

E’ ciò che si legge nella descrizione incriminata della Calabria sul sito della compagnia aerea easyJet poi rimossa a seguito delle diverse lamentele.

“Per un assaggio autentico della vivace vita italiana niente di meglio della Calabria. Questa regione soffre di un’evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti e la mancanza di città iconiche come Roma e Venezia capaci di attrarre i fan di Instagram”.  Così si legge sul sito della compagnia aerea easyJet alla voce “Lamezia”, sede del principale aeroporto della regione Calabria.

Per un terra che ha città antiche quanto la Magna Grecia e testimonianze artistiche e culturali del suo passato, la descrizione è apparsa offensiva.

Prima il link è circolato sui social, poi le prime reazioni.

“Descrivere la Calabria come una terra di mafia e di terremoti dalla quale i turisti stanno alla larga, e i pochi che arrivano possono ammirare solo delle ‘case bizzarre’ – scrive Wanda Ferro, parlamentare di FdI – , è di una gravità senza precedenti.

Una “cartolina” del tutto falsa e piena di assurdi pregiudizi, che ha l’effetto di danneggiare l’immagine di una regione che non solo può offrire ai visitatori un immenso patrimonio di tesori naturalistici, culturali e identitari, quanto oggi è una terra completamene libera dal Covid, ed è pronta ad accogliere in sicurezza turisti e viaggiatori grazie anche all’ottimo lavoro messo in campo dalla presidente Jole Santelli e dall’assessore al Turismo Fausto Orsomarso.

Una terra – aggiunge – capace di offrire esperienze di viaggio emozionanti ed autentiche, e non solo quadretti da pubblicare su Instagram.

La descrizione della Calabria pubblicata sul sito della compagnia britannica – prosegue Wanda Ferro – è talmente distante dalla realtà e offensivo da non potere essere semplicemente frutto della superficialità, dell’ignoranza o degli incubi di chi ha redatto il testo.

Il danno all’immagine della Calabria da parte di Easyjet è evidente, e rischia di avere ingiuste ripercussioni sulle attività turistiche. Per questo andrebbe sospeso immediatamente ogni eventuale rapporto della Regione con la compagnia aerea e andrebbero valutate possibili azioni risarcitorie”.

Protesta pure Ernesto Magorno, senatore di Italia Viva che su Twitter scrive: “Una sola parola per EasyJet: Vergogna!La Calabria è una terra meravigliosa con persone eccezionali”.

“La Calabria è una terra che accoglie e, con buona pace di chi scrive il contrario, è una regione che non soffre di assenza di turisti – aggiunge Magorno – EasyJet deve chiedere scusa e, prima di scrivere di Calabria, dovrebbe documentarsi meglio”.

Infuriata per  un “coacervo di luoghi comuni” è anche il sottosegretario ai Beni e alle attività culturali Anna Laura Orrico.

“Voglio sperare che sia stato un errore – dice – una clamorosa caduta di stile e professionalità. Perché altrimenti, le informazioni che la compagnia aerea Easyjet fornisce sulla Calabria dal proprio sito internet, rappresentano un coacervo di luoghi comuni davvero imbarazzante”.

“La Calabria – dice Orrico – viene descritta come una terra di mafiosi e terremotati. E una meta turistica di secondo piano. Insomma, un racconto pregiudizievole dell’immagine e lesivo della dignità di una terra da parte di un’azienda che, assicurandone i collegamenti, dovrebbe invece spendersi in direzione contraria. Serve una narrazione diversa della nostra regione. A cominciare da chi in Calabria viene a fare impresa”.

“Se Easyjet – conclude Anna Laura Orrico – pensa che l’aereoporto di Lamezia Terme sia l’ingresso di un luogo così pericoloso e poco attrattivo potrebbe sempre decidere di rinunciare ai profitti, degni di nota, che raccoglie fornendo, ricordiamolo, un servizio”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Non può aiutare fratelli: polizia Vibo dona alimenti, lui ricambia con arance

manfredi

Lamezia, malcontento per proposta accorpamento Manzoni-Augruso

nico de luca

Festival del Peperoncino: tra i partner la Coldiretti

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content