Calabria7

Calcio, il Crotone pronto a riassaggiare la Serie A dopo due anni di purgatorio

crotone serie a

di Antonio Battaglia – 20 maggio 2018, il Crotone viene piegato dalla corazzata Napoli e retrocede miseramente in Serie B. Un dramma sportivo per l’intera città, che domani finalmente tornerà a gioire. Vige momentaneamente il divieto di accesso negli stadi, ma qualsiasi restrizione non riuscirà ad offuscare l’emozione per il ritorno nell’Olimpo del calcio. L’aggettivo utilizzato per descrivere l’opera portata a termine due mesi fa dagli uomini di mister Stroppa richiama l’attenzione alla favola, quella vissuta da un intero popolo che ora può sognare in grande.

Calciomercato soddisfacente

Ripartirà domani un’altra avventura in Serie A, la terza nella storia degli Squali: appuntamento alle ore 15 al “Ferraris”, avversario di turno il Genoa. Quasi un gioco del destino. I liguri sono imbattuti nei quattro precedenti, ma rappresentano anche la squadra contro cui il Crotone ha segnato il primo storico gol nel massimo campionato professionistico. Ulteriore stimolo, insomma, per cominciare subito col piede giusto.

La stagione inizia nel pieno di un mercato estivo che ha già portato in dote a Stroppa innesti di elevata caratura. Magallan, Vulic, Rispoli e il ritorno di Marrone (in attesa di un altro difensore centrale) donano nuova linfa alla difesa, stessa cosa dicasi per una mediana che potrò contare sul navigato Cigarini e l’estroso Henrique. L’attacco, rivelatosi decisivo nella volata finale della scorsa estate, ripartirà dai “gioiellini” Simy e Messias con i nuovi Riviere e Dragus pronti a dare manforte. E sono previste succulente novità nei prossimi giorni. 

Modulo che vince… non si cambia

Cambierà qualche interprete ma non il modulo, con il tecnico Giovanni Stroppa pronto a riconfermare il 3-5-2 che tanta fortuna ha portato nella scorsa stagione. Dovrà restare ugualmente intatta la mentalità vincente, che ha ispirato fino a poche settimane fa un gruppo capace di sbranare gli avversari con sfrontatezza e fame di punti. Il merito, chiaramente, va soprattutto alla società rossoblù che ha fatto della programmazione un punto cardine della propria filosofia.

Ma andiamo alla probabile formazione. Davanti a capitan Cordaz, atteso il trio difensivo Magallan-Marrone-Golemic. Le chiavi del centrocampo verranno affidate a Cigarini, spalleggiato da Zanellato e Henrique, mentre sulle fasce agiranno Rispoli e Molina. In attacco, infine, Simy e Messias sono pronti ad incantare anche nella massima serie.

Sull’aereo che ha condotto la comitiva rossoblù in Liguria non sono saliti Benali, Cuomo, Gigliotti e Vulic, mentre Marrone e Spolli non sembrano versare in ottime condizioni. Al netto di defezioni e problemi, il Crotone che si presenterà a Genova dovrà partire subito forte, cercando di strappare punti ad una squadra potenziale antagonista nella corsa alla salvezza.

Segnale di ripartenza per la Calabria

Gli Squali si apprestano a rivivere l’agognata favola in maniera più matura. Un altro miracolo a tinte rossoblu che diventa prezioso segnale di ripartenza per una terra martoriata e spesso trascurata. Dimenticata nella sua sofferenza, nelle forme d’arte che pullulano e si nutrono di tutto il bello che le circonda. Perché, se un altro miracolo i calciatori rossoblu riusciranno a compierlo, sarà quello di far apprezzare la storica città di Pitagora a chi, in altre parti d’Italia, della Calabria conosce solamente le sfumature negative.

Redazione Calabria 7

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Calcio serie C, Catanzaro ko e scatta il silenzio stampa

Danilo Colacino

Campionato Italiano VV.F. di Tennistavolo, bene la Calabria

manfredi

Terremoto: scuola chiusa nel Crotonese. Sindaco: “Edificio fatiscente”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content