Calabria7

Calcio Serie C, la capolista Reggina vince il derby di Catanzaro

CATANZARO – Non ce l’hanno fatta le Aquile a vendicare – sportivamente parlando, s’intende – la cocente sconfitta dell’andata contro la Reggina, resa per così dire velenosa, dalle francamente sorprendenti dichiarazioni del patron amaranto Luca Gallo.

Ecco perché, stasera, al di là dei pur importanti riflessi di classifica i tifosi giallorossi hanno sfidato il tempaccio (fortissimo vento e una grandinata breve, ma davvero intensa, durante l’intervallo) per affollare gli spalti del Nicola Ceravolo.

Mozzafiato la coreografia iniziale con un vecchio ritornello rispolverato dagli Uc ’73.

Tutto inutile, però, per i sostenitori dell’Auteri-band, squadra alla fine punita dalla zampata di Rivas poco dopo il quarto d’ora della ripresa.

Sempre sulla sponda catanzarese grande rammarico per il clamoroso legno colpito da Carlini nel recupero a Guarna (portiere amaranto) ormai battuto.

Motivo per cui al triplice fischio del sig. Mercenaro di Genova gli unici a far festa sono stati i supporter amaranto orgogliosi della capolista. Danilo Colacino

Catanzaro-Reggina: 1 – 0

Marcatori: 60′ Rivas

Catanzaro (3-4-3): Bleve; Riggio, Martinelli, De Risio; Celiento, Casoli, Corapi, Contessa; Kanoute, Bianchimano, Giannone. A disposizione: Mittica, Nicoletti, Urso, Di Piazza, Statella, Novello, Carlini, Iuliano, Pinna, Quaranta, Bayeye. Allenatore: Gaetano Auteri.

Reggina (3-4-1-2): Guarna; Blondett, Bertoncini, Rossi; Garufo, Sounas, De Rose, Rubin; Rivas; Reginaldo, Denis. A disp.: Farroni, Gasparetto, Liotti, Marchi, Rolando, De Francesco, Nielsen, Paolucci, Bellomo, Doumbia, Sarao. All.: Mimmo Toscano.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“In Calabria serve politica diversa, che non divide e non separa”

manfredi

Terremoto, nuova scossa nel Catanzarese

Mirko

‘Fare per Catanzaro’: “Corso Mazzini pericoloso per la viabilità”

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content