Calabria7

Cancro e bellezza, come coniugare estetica e terapia oncologica

“Il benessere incontra la terapia oncologica: studio clinico pilota in estetica oncologica”. Questo il tema dell’evento online previsto domani, lunedì 14 giugno, a partire dalle 10:30 organizzato dall’associazione Grace, L’ Amore che Dà la Vita, in collaborazione con l’associazione per Estetiste Oncologiche (APEO), con la partecipazione di Accademia Delle Arti e Professioni A.D.A.P. e Be Woman. L’obiettivo è informare e porre la giusta attenzione, attraverso le competenze di noti professionisti del settore sia estetico che medico, al benessere di coloro che devono affrontare cure mediche invasive come quelle oncologiche.

La forza di sorridere

“La forza di tornare a sorridere – si legge in una nota diramata dagli organizzatori dell’evento – è quel che serve quando si sta affrontando una malattia dura come il cancro. E lo sanno bene le migliaia di donne e uomini che ogni anno si sottopongono alla chemio o alla radioterapia e, nonostante la paura, la fatica e il viso segnato dalla sofferenza, combattono o quanto meno provano a sconfiggere la malattia. Purtroppo non sempre si vince, nonostante si combatta strenuamente”. “Lo ha fatto fino alla fine Grace, – come racconta il presidente dell’associazione Grace, L’ Amore che Dà la Vita Lidia Papisca – una donna meravigliosa che mi ha insegnato il vero valore delle parole amore, amicizia, affetti, relazioni”. Grace e Lidia sono state compagne di avventura per dieci lunghi anni: “Abbiamo condiviso – spiega Papisca – gioia e dolori, pensieri e confidenze. Una sorella amica. Ci siamo supportate e aiutate davanti a tutte le difficoltà e le tristezze con la nostra ironia e le nostre risate avendo sempre la certezza che qualsiasi cosa sarebbe accaduta noi eravamo inseparabili. E così è stato, fino alla fine della vita di Grace”.

Come nasce l’associazione Grace, l’Amore che dà la Vita

E proprio da qui che Lidia ha raccolto le forze e realizzato il desiderio di fare qualcosa per chi come Grace combatte questa dura battaglia. Così il 15 maggio del 2018 a Reggio Calabria è nata l’associazione Grace, l’Amore che dà la Vita che si approccia al mondo dell’estetica oncologica. “Ho ricordato come fosse importante per Grace la sua immagine, la sua femminilità. Di come passavamo il tempo – ricorda Papisca – a cercare di capire come camuffare gli effetti della terapia e mi venne in mente di associare la mia conoscenza e la mia esperienza, ormai ventennale, a questo settore così delicato. È un settore che mi ha sempre appassionato e, studiando in prima persona le varie tecniche a livello internazionale, mi sono resa conto di quanto l’estetica non sia solamente la cura per la bellezza del corpo e di tutti i suoi annessi, ma anche e soprattutto del benessere psicofisico”. Grace, l’Amore che dà la Vita, associazione no profit che vanta diverse collaborazioni in campo medico scientifico, ha come obbiettivo la condivisione del percorso oncologico.

Supporto a chi affronta il cancro

È molto importante che chiunque affronti il cancro “abbia la possibilità di potersi confrontare anche con estetiste e operatori del benessere che abbiano conoscenza e competenza per migliorare la loro quotidianità. Sentirsi amati è fondamentale per chi raccoglie sguardi di compassione e viene visto come vittima del male. Sapere di essere amati – ha concluso Lidia Papisca – ci riempie di grande forza e della giusta energia per poter combattere le battaglie”. L’evento nazionale “Il benessere incontra la terapia oncologica: studio clinico pilota in estetica oncologica” sarà moderato dal giornalista Carlo Arnese e vedrà la partecipazione del Presidente nazionale APEO, Carolina Ambra Redaelli; Lidia Papisca, presidente Associazione Grace, l’Amore che Dà La Vita; Fabiana Gasparro, specializzata in estetica oncologica APEO; Luisa Foletti, psicologa specializzata in medicina psicosomatica; Giusy De Giovanni, assistente sociale specializzata e Manuela Corbo, direttrice didattica A.D.A.P. L’incontro di lunedì 14 giugno può essere seguito su Zoom previa iscrizione via mail all’indirizzo associazionegrace.gm@gmail.com. Saranno quindi rilasciati i codici di accesso alla piattaforma che si dovrà perfezionare dalle 10:15 alle 10:30.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Studente catanzarese in finale alle Olimpiadi delle neuroscienze

Matteo Brancati

Il MoMe Festival chiude in bellezza alla Collegiata di Simeri Crichi

manfredi

Niente cure per bimbo autistico: Matteo lotta ma l’Asp non lo aiuta

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content