Candeggina nel vino della messa: nuova intimidazione al parroco di Pannaconi

Non è la prima minaccia a don Felice Palamara. La celebrazione è stata interrotta e il fatto è stato denunciato ai carabinieri

Una nuova intimidazione è avvenuta ieri nel confronto del parroco di Pannaconi di Cessaniti, nel Vibonese, don Felice Palamara. Durante la celebrazione della messa, nel pomeriggio, il sacerdote al momento della comunione ha sentito uno strano odore e si è accorto che, nelle ampolle dell’acqua e del vino era stata versata della candeggina, fatto confermato dalle analisi eseguite in un laboratorio.

La celebrazione è stata interrotta e il sacerdote ha denunciato l’accaduto ai carabinieri, che hanno avviato le indagini per identificare i responsabili. Non è stata la prima intimidazione avvenuta nel confronto del parroco vibonese: nelle scorse settimane, don Felice era stato vittima di danneggiamento alla sua auto e di pesanti lettere minatorie che interessavano anche il vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, Attilio Nostro.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
Romano Bucci: "Si è trattato di uno scontro di gioco su un cross, uno dei due ragazzi intervenuti ha avuto la peggio con un trauma cranico"
Tra le Regioni con performance ‘intermedie’ nella spesa sviluppo software figura anche la Calabria
l'inviato
Sotto osservazione l’impianto consortile di Acquaro, Arena e Dasà da cinque anni fermo e quello di Pizzo che vomita in mare di tutto
Segnalata diverse criticità nel Catanzarese. I vigili del fuoco impegnati senza sosta anche in provincia di Cosenza
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved