Calabria7

Cantante inneggia a ‘ndrangheta, concerto annullato nel Vibonese

Teresa Merante

Annullato per motivi di ordine e sicurezza pubblica a Cassari di Nardodipace, paese montano delle Serre vibonesi, il concerto della cantante folk calabrese Teresa Merante in occasione dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima della Montagna.  E’ quanto deciso dal sindaco di Nardodipace, Antonio Demasi. “Atteso che dal programma si rileva che lo spettacolo delle ore 21,30 del giorno 13 agosto 2022 – si legge nell’ordinanza del sindaco – consiste  nell’esibizione di Teresa Merante, nota per avere durante vari concerti cantato brani inneggianti la sottocultura mafiosa si procede ad annullare lo spettacolo per ragioni di ordine e sicurezza pubblica”.

Le polemiche

Sulla vicenda era intervenuto stamane (LEGGI) in maniera durissima anche il coordinamento provinciale di Libera Vibo che aveva parlato di “concerto discutibile, considerato che l’esibizione è prevista a margine di una festa religiosa che merita la massima attenzione in quanto la cantante è divenuta molto nota per alcune canzoni inneggianti la sottocultura mafiosa ed il forte contrasto alle forze dell’ordine ed alla magistratura”.

Teresa Merante è balzata alle cronache per i testi di alcune canzoni inneggianti ai latitanti di ‘ndrangheta, ai carcerati ed a Totò Riina. A gennaio 2021 il sindaco di Nicotera si era dovuto scusare dopo aver girato un videoclip nel paese con la cantante che, in un passaggio di una canzone, inneggiava ai carcerati.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sorpreso con armi, munizioni e stupefacenti: arrestato

Mirko

Cavalcavia a rischio a Vibo Valentia, esposto M5S

manfredi

Processi “aggiustati” a Catanzaro, fissato l’appello per il giudice Petrini e altri due imputati

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content