Caos sanità, Occhiuto rivela in consiglio regionale: “Lea non comunicati dal 2016”

Il presidente della Regione illustra le sue linee programmatiche e chiede “velocità” all’Assemblea: “Da un lato le emergenze, dall’altro la prospettiva”

Non solo la Calabria non ha ancora un Piano covid né un Piano operativo, ma i dati sui Lea (i Livelli essenziali di assistenza su cui si misurano le prestazioni fornite dal sistema sanitario pubblico) non vengono comunicati dal 2016. Lo ha rivelato o il presidente della Regione Roberto Occhiuto intervenendo nella seduta del consiglio regionale ancora in corso che ha all’ordine del giorno, oltre a provvedimenti di bilancio e in materia di sanità, il programma di governo (SCARICA QUI IL DOCUMENTO COMPLETO) del governatore eletto il 3-4 ottobre.

“No alla concezione poliziesca della sanità”

“No alla concezione poliziesca della sanità”

L’obiettivo, ha detto Occhiuto, è “uscire dal commissariamento della sanità” che rappresenta “un’anomalia”. È però un fatto che il commissario ora sia il presidente della Regione e che in un provvedimento come il decreto fiscale “diverse pagine vengano dedicate alla Calabria”. Proprio rispetto agli emendamenti che prevedono il supporto della Guardia di finanza Occhiuto ha precisato che alla base “non c’è una concezione poliziesca della sanità” ma la necessità di effettuare la ricognizione del debito.

Un sistema “non governato in questi anni”

Occhiuto ha poi parlato della relazione che assieme al subcommissario Maurizio Bortoletti ha portato alla riunione del Tavolo Adduce, l’organismo interministeriale preposto alla verifica dei Piani di rientro. “Ne emerge un sistema che sembra non sia stato governato in questi anni di gestione commissariale. Non cerco alibi – ha detto il presidente della Regione – ma nei confronti del Tavolo Adduce in certi momenti ho assunto un atteggiamento duro perché mi è sembrato che il Mef si rivolgesse ai funzionari regionali come se fossero loro la controparte, invece stavamo valutando i dati dei commissari scelti dal governo”.

“Da un lato le emergenze, dall’altro la prospettiva”

Oltre alla questione della sanità, nel suo intervento Occhiuto ha detto di aver assunto con diversi ministri un impegno rispetto alla gestione delle risorse del Pnrr che “prevede tempi stringenti per assumere decisioni, dunque vorrei – ha detto – che costruissimo una macchina che possa reagire con la velocità imposta dall’Europa”. Il presidente della Regione ha esaltato anche la sua missione a Bruxelles che “è andata nella direzione di recuperare la reputazione della regione” e ha riferito di aver ricevuto i complimenti del generale Figliuolo per i risultati con cui sta procedendo la campagna vaccinale. “Da un lato le emergenze, dall’altro la prospettiva”, è la frase con cui Occhiuto ha riassunto i suoi propositi di governo. Il dibattito intanto va avanti con gli interventi dei consiglieri e all’odg restano da discutere provvedimenti importanti come Defr, Azienda zero e unificazione tra Ao “Pugliese-Ciaccio” e Aou “Mater domini” di Catanzaro.

s. pel.

LEGGI ANCHE | L’opposizione critica il programma di Occhiuto: “Non parla di ‘ndrangheta né di povertà”

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
"A differenza del RdC - ha detto il vicepremier - rimarrà lì a lungo e servirà allo sviluppo dell’intero Paese"
Slittano le dimissioni che dovevano essere imminenti. Problema risolto senza bisogno di trasfusioni
L'uomo è stato raggiunto da diversi colpi d'arma da fuoco che non gli hanno lasciato scampo
L'uomo, in carcere dal 22 agosto scorso, ha ricevuto una pena superiore a quella richiesta inizialmente dal pubblico ministero
Scotti: "In mancanza di correttivi cresce la carenza di dottori già elevata, in 3 anni -15.000"
L'esponente di Fi era finita agli arresti domiciliari, poi revocati, con le accuse di corruzione, false fatturazioni e truffa ai danni dell'Europarlamento
Il rettore Nicola Leone ha dato il benvenuto ai 120 giovani già iscritti. Metà proviene da altre regioni
Il neo-questore, 59 anni, dirigente superiore della Polizia di Stato, è originario di Messina ed è in polizia dal 1989
Ventotto sono stati i passeggeri di questo primo volo con la Capitale. Sky alps garantirà il servizio per i prossimi tre anni
Al momento, solo Coop e Conad hanno deciso comunque di applicare gli sconti
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved