Calabria7

Caos vaccini e malfunzionamento piattaforma, i sindaci del Cosentino incontrano Longo (VIDEO)

di Bruno Mirante – Una delegazione degli 80 sindaci della provincia di Cosenza che nella giornata di ieri hanno scritto ai vertici regionali per chiedere chiarimenti sul mancato funzionamento della piattaforma per le prenotazioni di vaccini, si è presentata questa mattina alla Cittadella regionale di Catanzaro. Circa 15 i sindaci presenti che hanno chiesto e ottenuto di incontrare il commissario ad acta alla Sanità Guido Longo. Assente per impegni istituzionali il presidente facente funzioni della Regione, Nino Spirlì.

“Noi sindaci – ha spiegato il primo cittadino di Cariati Filomena Greco– abbiamo messo a disposizione tutto e vogliamo ancora dare il nostro contributo, offrendo i dati reali relativi ai nostri territori. Il nostro obiettivo – ha proseguito – è che tutti i nostri cittadini vengano vaccinati per far sì che al più presto si esca da questa pandemia, una guerra che stiamo affrontando senza munizioni. Vogliamo delle risposte perché dobbiamo dare risposte ai nostri cittadini. Purtroppo i sindaci sono stati lasciati soli sui loro territori, con tutte le responsabilità sulle loro spalle e senza mezzi per poter garantire il diritto alla salute. Se non completiamo la campagna vaccinale il nostro futuro sarà sempre più a rischio. La piattaforma – ha continuato Filomena Greco – funziona solo se vengono caricati i vaccini e vorremmo sapere anche se sanno i numeri di quanti ultraottantenni ci sono nei singoli paesi della Provincia. Abbiamo paura di non poter riuscire ad aprire per l’estate e questo significa un ulteriore danno economico turistico e sociale per i nostri territori. Noi abbiamo bisogno di vaccinare tutti e il prima possibile. Capiamo le difficoltà, ci sono dappertutto, ma non capiamo perché qui in Calabria siamo così indietro”.

I primi cittadini hanno evidenziato la circostanza che vede che i pochi casi prenotati sulla piattaforma lo sono soltanto presso sedi di altre Asp (e non in quella di Cosenza) o in centri vaccinali distanti centinaia di chilometri dal luogo di residenza, comportando gravi problematiche soprattutto per le persone anziane e per i cosiddetti fragili. I sindaci in sostanza hanno chiesto che le vaccinazione per i 70enni e per i soggetti fragili vengano effettuate nei centri vaccinali dei rispettivi comuni già opportunamente collegati con la piattaforma regionale. Al termine del confronto con il commissario i primi cittadini hanno espresso soddisfazione per la disponibilità e l’attenzione dimostrate da Longo.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Maltempo, mareggiate sulla costa ionica catanzarese (VIDEO)

manfredi

Catanzaro, lavori giunta: iniziative per celebrazione visita San Giovanni Paolo II

Mirko

Dal linguaggio fotografico alla tecnica fotografica: corso a cura di Angelo Maggio

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content