Caporalato, sanzione da 15mila euro nel Reggino: denunciati due imprenditori

cirò marina inseguimento

Continuano i controlli dei Carabinieri volti al contrasto del fenomeno del caporalato particolarmente diffuso nel territorio della Piana di Gioia Tauro. A San Ferdinando e Laureana di Borrello, comuni in provincia di Reggio Calabria, i militari delle locali Stazioni con il supporto dei carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Reggio, hanno denunciato per omessa sorveglianza sanitaria, il titolare di un’impresa agricola di Rizziconi, situata in contrada Alimastro. Si tratta di un 45enne del posto segnalato dai militari dopo aver riscontrato la presenza di un lavoratore privo della regolare documentazione sanitaria poiché non sottoposto alla prevista visita medica.

A Rosarno, invece, gli uomini dell’Arma, nel corso di un’ispezione ad un’altra azienda locale in Contrada Sorrenti, hanno identificato quattro lavoratori dipendenti extracomunitari, con contratto irregolare. È stata contestata al proprietario, un 50enne del posto, una maxi sanzione per violazioni alla normativa contro il lavoro sommerso, per un importo complessivo di circa 15.000 euro.

A Rosarno, invece, gli uomini dell’Arma, nel corso di un’ispezione ad un’altra azienda locale in Contrada Sorrenti, hanno identificato quattro lavoratori dipendenti extracomunitari, con contratto irregolare. È stata contestata al proprietario, un 50enne del posto, una maxi sanzione per violazioni alla normativa contro il lavoro sommerso, per un importo complessivo di circa 15.000 euro.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Nel concerto di Lamezia Terme i tre musicisti proporranno le composizioni di tre autori distanti nel tempo
Il ricordo del premio Nobel a 110 anni dalla nascita nelle parole del sindaco della sua città e del ministro della Salute
La pena più alta è stata invocata per Leonardo Sacco. Si tratta dell'appello bis dopo gli annullamenti con rinvio della Cassazione
scolacium
"Dietro le intimidazioni del professionista le famiglie di 'ndrangheta dei Bruno, dei Catarisano, dei Procopio e dei Tolone"
Le sue condizioni si sono rapidamente aggravate dopo le dimissioni ed è arrivato in ospedale in arresto cardiaco
Il ministro Valditara parla di decisione presa "sia per questioni didattiche sia perché spesso l'utilizzo improprio è elemento di tensione"
"Dateci la possibilità di riunirci con le nostre famiglie - dice il 41enne siriano - per aiutarci a superare questa sofferenza"
A salvare da donna è stato un vicino di casa che ha sentito le urla ed ha scavalcato il cancello riuscendo a far allontanare il cane
L'incarico al presidente del Consiglio regionale calabrese. Il suo omologo del Lazio, Antonello Aurigemma, è invece il nuovo presidente
Diversi gli episodi raccontati dai due ragazzi che descrivono il padre come una persona assente e distaccata, dai comportamenti minacciosi che degeneravano in vere e proprie aggressioni fisiche
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved