Calabria7

Caporalato, sanzione da 15mila euro nel Reggino: denunciati due imprenditori

cirò marina inseguimento

Continuano i controlli dei Carabinieri volti al contrasto del fenomeno del caporalato particolarmente diffuso nel territorio della Piana di Gioia Tauro. A San Ferdinando e Laureana di Borrello, comuni in provincia di Reggio Calabria, i militari delle locali Stazioni con il supporto dei carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Reggio, hanno denunciato per omessa sorveglianza sanitaria, il titolare di un’impresa agricola di Rizziconi, situata in contrada Alimastro. Si tratta di un 45enne del posto segnalato dai militari dopo aver riscontrato la presenza di un lavoratore privo della regolare documentazione sanitaria poiché non sottoposto alla prevista visita medica.

A Rosarno, invece, gli uomini dell’Arma, nel corso di un’ispezione ad un’altra azienda locale in Contrada Sorrenti, hanno identificato quattro lavoratori dipendenti extracomunitari, con contratto irregolare. È stata contestata al proprietario, un 50enne del posto, una maxi sanzione per violazioni alla normativa contro il lavoro sommerso, per un importo complessivo di circa 15.000 euro.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Eroina nascosta nell’intercapedine del vano scale dell’edificio, scatta il sequestro

Alessandro De Padova

Depurazione in Calabria, De Nisi: “In cinque anni speso solo il 5% dei fondi disponibili”

Mirko

Coronavirus, parrucchieria aperta nel Vibonese: multati titolare e clienti

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content