Blitz contro il caporalato in Calabria, sospese 27 aziende nella Piana di Gioia Tauro

Nel 2023, gli agenti della Polizia di Stato hanno denunciato 42 imprenditori e comminato 205 sanzioni
caporalato

Nel 2023, sono 27 le aziende sospese e 205 le sanzioni amministrative, per un importo totale di oltre un milione e 345mila euro, nell’ambito delle attività eseguite dal Commissariato di Gioia Tauro della Polizia nel contrasto al fenomeno del caporalato, all’intermediazione illecita e allo sfruttamento del lavoro soprattutto di cittadini extracomunitari.

Con cadenza settimanale, infatti, nel 2023 si sono svolti servizi finalizzati al controllo capillare delle innumerevoli aziende agricole che operano nella Piana di Gioia Tauro. Grazie anche alla sinergia con la polizia metropolitana e l’ispettorato del lavoro, i controlli hanno riguardato quelle forme di sfruttamento che vengono perpetrate a danno di cittadini extracomunitari che vivono nella tendopoli di San Ferdinando e nel campo container di Testa dell’Acqua.

Con cadenza settimanale, infatti, nel 2023 si sono svolti servizi finalizzati al controllo capillare delle innumerevoli aziende agricole che operano nella Piana di Gioia Tauro. Grazie anche alla sinergia con la polizia metropolitana e l’ispettorato del lavoro, i controlli hanno riguardato quelle forme di sfruttamento che vengono perpetrate a danno di cittadini extracomunitari che vivono nella tendopoli di San Ferdinando e nel campo container di Testa dell’Acqua.

Migranti che spesso vengono utilizzati per il lavoro nei campi senza regolare contratto e con orari e retribuzioni inadeguate alla quantità e qualità del lavoro svolto. I servizi svolti dal Commissariato di Gioia Tauro hanno consentito di controllare ben 684 lavoratori e 178 aziende, riscontrando 80 casi di lavoro nero. Complessivamente sono state 42 le persone denunciate all’autorità giudiziaria e per 27 aziende è stata disposta la sospensione dell’attività. Sono state, inoltre, elevate 205 sanzioni amministrative per un importo totale di 1.345.400 euro. I controlli, fa sapere la Polizia, continueranno nei prossimi giorni soprattutto per garantire la prevenzione dello sfruttamento dei braccianti e sanzionare le eventuali violazioni poste in essere dagli imprenditori. (ANSA)

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Lo rendono noto Pinuccia Cosmano (Filcams Cgil), Antonio Bruno (Fisascat Cisl) e Saverio Scarpino (Uil Tucs).
Smantellata un'organizzazione a delinquere composta da persone indagate per numerose ipotesi di reato
In un caso era stato installato un bypass al fine di evitare il passaggio dal contatore
Il destinatario della misura è stato condannato per associazione di tipo mafioso nell’ambito dell'inchiesta “Infinito”
Due pazienti continueranno a vivere grazie alla donazione e, quindi, al trapianto di due organi salvavita, senza i quali gli stessi avevano poche speranze
Dalle carte emerge il ruolo di uno dei due vibonesi arrestati: "cerniera" tra il gruppo degli 'esfiltratori' della cocaina e quello dei doganieri corrotti
Nel garage di casa rinvenuti 2 chili di sostanze stupefacenti tra marijuana, hashish e cocaina, tutte etichettate con il finto logo di un marchio di moda
Il gip di Reggio Calabria dispone tre arresti: due vibonesi vanno in carcere e una donna di Gioia Tauro finisce ai domiciliari
l'inviato
Negli ultimi 30 anni su questa arteria di comunicazione sono morti decine di giovani e si sono verificati oltre 2mila incidenti
Sottoposto a verifica ed accertamento mediante etilometro, al conducente è stato rilevato un tasso alcolemico superiore a 1 gr/l
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved