Calabria7

Carabiniere calabrese suicida in caserma, si uccide usando la pistola d’ordinanza

Con un colpo alla testa ha posto fine alla propria esistenza. Un carabiniere calabrese, originario di Scalea in provincia di Cosenza, si è ucciso sparandosi alla testa con la pistola d’ordinanza a Chioggia, nella caserma veneziana in cui prestava servizio da un mese nel Nucleo Radiomobile. All’arrivo dei sanitari del 118 era ancora in vita, ma è spirato poco dopo l’arrivo in ospedale. All’alba di sabato il 29enne Francesco Ciatto si è tolto la vita. Il boato del colpo è stato avvertito dai colleghi che sono accorsi immediatamente in suo aiuto e hanno provveduto a richiedere l’intervento di un’ambulanza. Ignote le ragioni che hanno spinto il giovane a compiere l’estremo gesto, perquisito l’alloggio in cui viveva non sono stati trovati messaggi, ma non si esclude possa aver inviato una lettera d’addio utilizzando il web.

 

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sanità, Spirlì al commissario Figliuolo: “Sì a gestione condivisa Regione-Esercito”

bruno mirante

Farmabusiness, Tallini: “La Cassazione ha confermato l’inesistenza dei presupposti per i domiciliari”

Mirko

Punto da ape va in schock anafilattico, Carabinieri gli salvano la vita

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content