Calabria7

Carabiniere trovato morto con pistola in mano a Reggio, raccolta fondi per far chiarezza

“Stiamo trovando corruzione e ingiustizia, investendo tutti i nostri averi e siamo costretti a mettere in vendita la casa in cui viviamo, unica abitazione”. Su GoFundMe è partita, da Reggio Calabria, una raccolta fondi lanciata da Maria Angela Placanica, la mamma del carabiniere Fausto Dardanelli, morto a 34 anni nel 2016. “Il corpo – scrive la donna – è stato rinvenuto privo di vita nella sua autovettura con la pistola in mano. Tuttavia – precisa – non sono state effettuate le indagini dovute, né l’autopsia, né lo stub”.

Raccolta fondi

“Stiamo sostenendo – prosegue – costi immani per fronteggiare le spese legali e le perizie scientifiche per trovare la verità. Pertanto stiamo effettuando la raccolta fondi affinché mio figlio abbia giustizia”. La raccolta per sostenere la famiglia di Fausto che, da quanto riportato dai media, ha sempre rifiutato l’iniziale ipotesi del suicidio, ha ricevuto oltre quattrocento donazioni tanto che la cifra ha già superato i 5mila euro. La campagna è raggiungibile al link https://gf.me/v/c/gfm/verita-e-giustizia-per-fausto

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Controlli sul Green pass a Gioia Tauro, denunciate quattro persone

Mirko

Coronavirus in Calabria, stabile la crescita dei contagi (+280). Calano i decessi (+4)

Damiana Riverso

La mano della ‘ndrangheta su cinque hotel in Romagna e Toscana, otto indagati

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content