Calabria7

Carcere: detenuto nasconde telefonino in parti intime a Vibo

carceri reggio-alt

Un micro-telefonino, occultato nelle parti intime di un detenuto del reparto media sicurezza del carcere di Vibo Valentia, è stato scoperto dalla polizia penitenziaria attraverso appositi scanner.

E’ la terza scoperta del genere nel giro di venti giorni all’interno del carcere di Vibo Valentia. A rendere noto l’episodio è il sindacato UilPa della polizia penitenziaria che, attraverso la segretaria territoriale Francesca Bernardi, ha dichiarato: “Dopo il secondo telefono cellulare ritrovato domenica nel carcere vibonese, ora è stato rinvenuto il terzo. Ormai fare i complimenti alle donne e agli uomini del Reparto del corpo di polizia penitenziaria della casa circondariale di Vibo Valentia e a chi lo dirige non basta più; soprattutto non basta più che sia solo il sindacato a farlo e non una parola di apprezzamento dai livelli istituzionali, ben diversamente da quanto avviene per le altre forze di polizia. Ma noi non ci stancheremo, continueremo a rivolgere il nostro sentito plauso alla dedizione, alla perspicacia e alla professionalità di un corpo di polizia che – conclude Bernardi – meriterebbe di certo vertici che ne avessero maggiormente a cuore l’immagine e le stesse sorti”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Vaccino anti-Covid, Codacons pubblica rapporto su benefici, reazioni avverse e rischi

bruno mirante

Muore in un incidente il catanzarese Agazio Menniti, primario al San Camillo di Roma

Gabriella Passariello

Scontro tra quattro auto sulla statale 18 in provincia di Cosenza, un morto

Maria Teresa Improta
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content