Carenza personale vigili del fuoco, lettera al Presidente Santelli

incendio cosenza

“Illustrissima Presidente Jole Santelli, oramai è di dominio pubblico e non solo, l’elevatissima carenza di organico che vi è nel nostro Corpo Nazionale dei vigili del fuoco, di conseguenza il nostro sistema emergenziale e di soccorso tecnico urgente calabrese è letteralmente al collasso ed in ginocchio, specialmente di questi tempi, se aggiungiamo anche il maledetto Covid-19″. E’ quanto afferma Giancarlo Silipo – Coordinamento regionale precari Usb vigili del fuoco Calabria,

“In questa Calabria, il paese delle catastrofi annunciate, noi operatori del soccorso assistiamo con discontinuità alla distruzione del territorio e/o di strutture con atti criminosi da parte della ‘ndrangheta, oltre che nel quotidiano ed in ogni stagione, alla distruzione del patrimonio boschivo italiano e non solo con svariati scenari emergenziali e richieste di intervento di ogni tipo.

“In questa Calabria, il paese delle catastrofi annunciate, noi operatori del soccorso assistiamo con discontinuità alla distruzione del territorio e/o di strutture con atti criminosi da parte della ‘ndrangheta, oltre che nel quotidiano ed in ogni stagione, alla distruzione del patrimonio boschivo italiano e non solo con svariati scenari emergenziali e richieste di intervento di ogni tipo.

Presidente Santelli vogliamo farle avere un quadro molto più preciso di quello detto fino ad ora, la popolazione totale censita nell’ultimo anno della regione Calabria è di 1.924.701 abitanti con un rapporto di 1 vigile calabrese per 11.350 abitanti (lo standard europeo ne prevede 1 per 1.000 abitanti). In Calabria si effettuano all’anno circa 45.000 interventi ed i precari del Corpo Nazionale vengono continuamente lasciati a casa. Presidente Santelli, teniamo ad evidenziarVi, che il personale permanente si ritrova quotidianamente ad espletare un grandissimo surplus di lavoro, poiché svolge spesso ventiquattro ore di lavoro continuative – oltre al servizio emergenziale ancora in atto.

Incremento unità operative

Pertanto per quanto sopra espresso e documentato Presidente, visto che le attuali assunzioni in previsione non soddisferanno questo mega collasso, chiediamo che venga stiilato da tutti gli organi competenti e dal Governo, una Legge apposita per l’assorbimento di tutti i lavoratori “in attesa“ per l’incremento delle unità operative da impiegare a contrastare le emergenze del paese. Inoltre la scrivente organizzazione sindacale Usb vigili del fuoco Calabria vuole espressamente far presente, che in riferimento a quanto promulgato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e con Decreto Legge del Ministero del Lavoro, in materia sull’iter lavorativo dei beneficiari del Reddito di Cittadinanza.

[…] i beneficiari possono rivestire ruoli all’interno dell’ente locale o pubblica amministrazione interessata“, all’uopo facciamo presente che moltissimi precari Vvf del Corpo Nazionale dei vigili del fuoco, in attesa della loro assunzione definitiva, in graduatorie, potrebbero nelle more essere immediatamente utilizzati nel Corpo Nazionale per fronteggiare le emergenze quotidiane della nostra amata regione Calabria. Ricordiamo, se fosse necessario, che il Governo si è già espresso dichiarando che: Nella Pubblica Amministrazione entreranno circa 150.000 persone all’anno, per un totale che potrebbe toccare 500 mila nuovi assunti in tre anni. È l’effetto dello sblocco del turnover, il meccanismo che consente allo Stato di avere un ricambio generazionale, che tornerà al 100%: per ogni lavoratore in uscita ce ne sarà uno in entrata.

Il blocco del turnover al 100% durava ormai da 8 anni, dopo la stretta operata dal Governo Monti nel 2011.

Sarebbe necessario per la tutela ed incolumità della cittadinanza che il Governo e tutti gli organi competenti, cominciassero ad assumere in blocco come sopra richiesto. Pertanto, chiediamo a lei Presidente Santelli di prendere atto di quanto sopra espresso ed esposto, ed “utilizzare” gli interventi del Governo e/o sussidi di ogni tipo “momentaneamente erogati” come inizio di attività lavorative nella pubblica amministrazione a partire dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Impiegare i precari VV.F. ai compiti per i quali sono statii formati, addestrati e, soprattutto, immessi nelle graduatorie di stabilizzazione, attivando procedure speciali per tutti gli idonei al fine di inserire il restante personale con procedure accelerate.

Presidente Santelli confidiamo che realmente si interessi a questa serissima problematica che affrontata, potrebbe mettere fine a molteplici rischi ai quali la nostra regione è continuamente esposta, avendo in Calabria un modello di soccorso tecnico urgente unico, adeguato ed efficiente per l’intero popolo calabrese e non solo”, conclude Silipo.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Si giocherà stasera il primo turno dei playoff. Gara secca e senza ulteriori appelli. Alle Aquile basta un pari per la semifinale
Migliaia di persone in piazza con l'obiettivo è di bloccare il progetto fortemente sponsorizzato dalla Lega e dal governo di centrodestra
Mamma di una bambina, racconta di essere stata licenziata nel 2022 per "riduzione del personale". Il tribunale le ha dato ragione, ma i soldi non sono ancora arrivati
I consiglieri comunali d Giuseppe Dell'Aquila e Antonio Pace chiedono al sindaco Sergio Ferrari di precisare aspetti fondamentali
Il sindaco Pellegrino: "Un atto gravissimo che colpisce un professionista e un amministratore integerrimo"
Inutili i soccorsi dell’equipe sanitaria, intervenuta con l'elisoccorso. Sulla vicenda indagano i carabinieri. Il cane è stato sequestrato
"Non ha trovato la forza né il coraggio di spiegare che produrrà un divario enorme tra Nord e Sud, a livello economico, di servizi e diritti"
Presente anche una folta delegazione di abitanti di Punta Faro in Sicilia e Cannitello a Villa San Giovanni, le aree che saranno espropriate
Progetto “Squadra Mobile”. Operazione di contrasto al fenomeno dell’illecito stoccaggio e smaltimento di rifiuti
l'inviato
L’ex sito industriale sepolto dalle erbacce e a rischio igienico- sanitario. Promessi mega progetti per rilanciare l’area diventata simbolo della decadenza del territorio
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved