Carico di latte non idoneo al consumo alimentare scoperto dalla Polstrada di Reggio Calabria

Nel corso di un'attività di controllo nell'Area di Servizio "Rosarno Est" con l'obiettivo di monitorare il traffico sull'A2

Periodicamente la Polizia Stradale di Reggio Calabria effettua dei servizi specifici di controllo dei veicoli che trasportano merci e persone. Tale attività viene svolta con personale della locale Motorizzazione Civile e si avvale di un Centro Mobile di Revisione (C.M.R.) che permette di fatto di eseguire una revisione generale delle condizioni dei mezzi, per verificarne l’idoneità alla circolazione.

Uno di tali servizi è stato eseguito nei giorni scorsi presso l’Area di Servizio “Rosarno Est”, con l’obiettivo di monitorare il traffico presente lungo l’Autostrada A2 del Mediterraneo. Durante il servizio è stato sottoposto a controllo un autocarro di proprietà di una società con sede ad Avellino, attrezzata per il trasporto di alimenti a temperatura controllata. E’ noto che molte sostanze alimentari (carne, pesce, latte e derivati ecc.) possono essere trasportate senza interrompere la catena del freddo, in regime di temperatura controllata, stabilita da specifiche norme.

Uno di tali servizi è stato eseguito nei giorni scorsi presso l’Area di Servizio “Rosarno Est”, con l’obiettivo di monitorare il traffico presente lungo l’Autostrada A2 del Mediterraneo. Durante il servizio è stato sottoposto a controllo un autocarro di proprietà di una società con sede ad Avellino, attrezzata per il trasporto di alimenti a temperatura controllata. E’ noto che molte sostanze alimentari (carne, pesce, latte e derivati ecc.) possono essere trasportate senza interrompere la catena del freddo, in regime di temperatura controllata, stabilita da specifiche norme.

Nella circostanza tale veicolo, pur teoricamente idoneo ad eseguire tale tipologia di trasporto, portava circa 2 tonnellate di cagliata (che deve essere conservata ad una temperatura compresa tra 0° C e 6° C), con il gruppo frigorifero necessario per il mantenimento della giusta temperatura spento, nonostante la giornata fosse soleggiata e con una temperatura esterna vicina ai 25 gradi. Per verificare l’idoneità del prodotto trasportato è stato chiesto l’intervento del personale dell’A.S.P. di Reggio Calabria – Dipartimento di Prevenzione e del settore ispettivo – che, dopo averne verificato le condizioni, ha stabilito la sua non idoneità al consumo alimentare, procedendone al sequestro per la successiva confisca, ai sensi dell’art.13 DL 689/81 in applicazione dell’art.5 DL 27/21. Il malfunzionamento del sistema di raffreddamento non costituiva l’unica inefficienza del mezzo, che – sottoposto a controllo da parte del personale della Motorizzazione Civile – è stato giudicato non idoneo alla circolazione e sospeso con obbligo di eseguire una revisione eccezionale. Complessivamente durante il servizio sono stati sottoposti a controllo 6 veicoli, n. 5 dei quali trovati non in regola (5 sospesi dalla circolazione). La Polizia Stradale ha quindi elevato n. 5 verbali per violazioni al Codice della Strada.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved