Calabria7

“Caso Piacenza”, forse un legame tra Montella e le ‘ndrine di Platì

Dagli atti dell’indagine di Piacenza sulla caserma dei carabinieri ‘Levante’ emergono i possibili legami tra uno degli arrestati, l’appuntato Giuseppe Montella, e i traffici della ‘ndrangheta calabrese.
Uno scenario che, come anticipato dal Giornale, ha portato il procuratore della città emiliana, Grazia Pradella, a inviare le carte alla Direzione distrettuale antimafia di Milano.

Il trojan installato sul cellulare di Montella, ritenuto il capo carismatico del gruppo di carabinieri accusati di arresti illegali, torture e spaccio, svela i riferimenti alle famiglie calabresi.

Durante un viaggio sulla sua Audi A4, Montella e il giovane pluripregiudicato Daniele Giardino discutono di “erba e coca” facendo continui rimandi ai “calabresi coi pezzi grossi”.
“Io ho fatto un unico viaggio – dice Montella – e so’ apposto, in settimana così faccio il viaggio…ne faccio un unico perché se riesco vengo a prendere sia l’erba che la droga”. E Giardino si rallegra: “M’ha messo nei contatti potentissimi, fraté, mi ha fatto diventare qualcuno!”. A chi i due si riferiscano non è chiaro dalle carte ma è oggetto delle indagini da parte degli investigatori.

L’Audi conclude il suo viaggio a Gaggiano, nel Milanese, in un territorio fortemente infiltrato dalle cosche, dove c’è un capannone di proprietà di tale Francesco Romeo, nato a Platì nel 1985, incensurato. Nella carte di ‘Quadrato 2’, recente indagine della Dda, c’è un Francesco Romeo con la stessa data di nascita e la stessa residenza del titolare dell’azienda proprietaria del capannone.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, Spirlì annuncia il sì agli ospedali da campo: ecco dove (VIDEO)

Damiana Riverso

Rubato nel 1979 e recuperato dai carabinieri. Calice dell’Ottocento restituito alla Diocesi di Mileto

Mimmo Famularo

Creavano falsi testamenti per intascare eredità, coinvolto un avvocato calabrese

Mimmo Famularo
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content