Calabria7

Cassano, la Diocesi si mobilita per l’Afghanistan e Haiti

“Carissimi, tutto il mondo segue da giorni con apprensione quanto sta accadendo in Afghanistan. Le notizie che giungono sono allarmanti e come sempre a pagare il prezzo più alto sono i più deboli: gli anziani, le donne e i bambini”. È quanto scrive il sacerdote Mario Marino, direttore della Caritas diocesana di Cassano Jonio, rilanciando l’appello della della Cei all’Italia e alle Istituzioni europee a fare il possibile per promuovere corridoi sanitari e umanitari dall’Afghanistan e per aiutare la popolazione di Haiti colpita dal terremoto.

L’appello di Papa Francesco

“Vi chiedo di pregare con me il Dio della pace affinché cessi il frastuono delle armi e le soluzioni possano essere trovate al tavolo del dialogo. Solo così la martoriata popolazione di quel Paese (uomini, donne, anziani e bambini) potrà ritornare alle proprie case, vivere in pace e sicurezza nel pieno rispetto reciproco”, ha affermato Papa Francesco, domenica 15 agosto, dopo la preghiera dell’Angelus. Caritas Italiana è impegnata nel Paese sin dagli anni Novanta con diversi programmi di aiuto di urgenza, riabilitazione e sviluppo. Ma l’instabilità della situazione comporterà la sospensione di tutte le attività, mentre crescono i timori per la possibilità di mantenere una presenza anche per il futuro, oltreché per la sicurezza dei pochi Afghani di confessione cristiana”.

L’accoglienza ai profughi

“È forte il desiderio del nostro Vescovo, Monsignor Francesco Savino, affinché anche dalla nostra Chiesa locale si innalzi un’invocante preghiera per tutti invitando a farlo, in ogni modo, in tutte le celebrazioni di ieri 22 agosto, in sintonia con tutta la Chiesa italiana. Inoltre, assicura il presule, la diocesi di Cassano all’Jonio, per tramite della Caritas diocesana, darà accoglienza a diversi nuclei familiari di profughi afgani al centro di accoglienza a Sibari e non solo. Assieme alla preghiera manifestiamo la nostra vicinanza alle popolazioni dell’Afghanistan e di Haiti anche attraverso gesti di carità economica, continuando ad educare alla generosità nei confronti dei nostri fratelli e sorelle”.

Come contribuire

Quanto raccolto potrà giungere, con Causale “Emergenza Afghanistan e Terremoto Haiti”, tramite:
Conto Corrente Postale Numero: 13001870. Intestazione: Curia Vescovile di Cassano all’Jonio, o Bonifico Bancario (Banca INTESA SAN PAOLO S.p.A., IBAN IT53 K030 6909 6061 0000 0002 920;
Banco Posta, IBAN IT37 V076 0116 2000 0001 3001 870).

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Sanità, Di Natale: “Mettere fine a situazione di incertezza degli Oss”

Giovanni Bevacqua

Sversavano liquami inquinanti nel bosco, 2 denunce nel Cosentino

Andrea Marino

Controlli della polizia a Catanzaro: sanzionati 2 esercizi pubblici

Alessandro De Padova
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content