Castrolibero aderisce allo stralcio totale delle cartelle sotto i 1000 euro

Il consigliere Annamaria Buono delegata ha inteso precisare l’iter che ha portato il Comune a cogliere tale l’opportunità
Castrolibero stralcio cartelle

Lo scorso 29 marzo, il Consiglio comunale di Castrolibero, ha deliberato lo stralcio totale dei carichi di importo residuo fino a mille euro, affidati ad Agenzia delle Entrate – Riscossione, dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015. Norma, questa, applicata solo per i carichi tributari affidati all’Agenzia delle Entrate e quindi sottratti alle azioni coattive dell’amministrazione. In una nota il consigliere Annamaria Buono delegata ai Tributi, così come in seduta del Consiglio straordinario, ha inteso precisare l’iter che ha portato il Comune a cogliere tale l’opportunità.

“La legge di bilancio 2023 aveva dato – afferma Buono – agli enti locali la facoltà di applicare l’annullamento “parziale”, semplicemente non adottando entro 31 gennaio 2023 specifico provvedimento di diniego, come ha fatto il nostro Comune, dei suddetti carichi tributari. L’annullamento automatico di tipo “parziale”,  riguarda esclusivamente somme dovute a titolo di interessi per ritardata iscrizione a ruolo, sanzioni e interessi di mora, e non riguarda invece le somme dovute a titolo di capitale, rimborso spese per procedure esecutive, diritti di notifica.

“La legge di bilancio 2023 aveva dato – afferma Buono – agli enti locali la facoltà di applicare l’annullamento “parziale”, semplicemente non adottando entro 31 gennaio 2023 specifico provvedimento di diniego, come ha fatto il nostro Comune, dei suddetti carichi tributari. L’annullamento automatico di tipo “parziale”,  riguarda esclusivamente somme dovute a titolo di interessi per ritardata iscrizione a ruolo, sanzioni e interessi di mora, e non riguarda invece le somme dovute a titolo di capitale, rimborso spese per procedure esecutive, diritti di notifica.

La Legge di conversione – continua il consigliere – del Decreto Milleproroghe ha concesso, agli enti che non avevano adottato entro il 31 gennaio 2023 il provvedimento di Non applicazione dell’annullamento “parziale”, di farlo entro la nuova scadenza del 31 marzo 2023, consentendo inoltre agli stessi, di applicare, in alternativa, l’annullamento “integrale” di tali crediti fino a mille euro, comprensivo quindi anche della quota “capitale”, adottando, entro la nuova data prevista,specifico provvedimento”.

L’annullamento integrale

“La nuova possibilità data dal legislatore di applicare l’annullamento integrale è stata proposta – precisa la delegata ai tributi – dopo un attento e ponderato esame della composizione del carico tributario, solo dopo il Consiglio Comunale ne ha deliberato l’accoglimento, ritenendolo un valido riassetto contabile. Considerando, infatti, – aggiunge Buono – che per l’ente questo stralcio non costituisce un importo eccessivo e che lo stesso va comunque considerato al netto del Fondo Crediti di Dubbia Esigibilità, che l’ente aveva opportunamente previsto per la copertura di crediti che diventano nel tempo di difficile esazione. Scelta importante per gli effetti contabili e amministrativi, che si traduce – prosegue – anche nel vantaggio offerto dalla norma di poter dilazionare il costo in 5 anni, tutto a favore, quindi, dei cittadini, che avranno così più risorse da poter utilizzare in servizi offerti dall’ente. 

L’amministrazione aderendo allo stralcio totale, non ha certo inteso premiare i cittadini morosi ma, altresì, non penalizzare ulteriormente l’intera cittadinanza che avrebbe subito maggiormente i costi dell’evasione tributaria. Un ultimo atto che chiude questa legislatura – conclude Annamaria Buono – anni durante i quali l’amministrazione comunale ha sempre posto molta attenzione verso i bisogni della comunità, attuando e sostenendo politiche d’interesse sociale ed economiche”.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Lo ha annunciato il suo portavoce. Il decesso è avvenuto in seguito a una lunga malattia
L'ex sindaco di Mongiana, nel Vibonese, ricoprirà il ruolo di assessore comunale al Bilancio
Avrà una lunghezza complessiva di 3.660 metri e una campata sospesa di 3.300 metri. Diecimila nuovi occupati già nel primo anno di cantiere
Insieme a Russo, Tripodi e Chiaravalloti, è espressione del gruppo "Città Futura", guidato dall'ex consigliere regionale vibonese Vito Pitaro
L'uomo era stato tratto in arresto il 23 luglio 2019 nell’ambito dell’operazione “Prisoner's tax”, condotta dalla Dda
In Senato, a favore del testo - approvato già alla Camera - sono stati 103, contrari 49, tre gli astenuti
In linea con l'indicazione arrivata dall'Organizzazione mondiale della sanità, l'Agenzia europea del farmaco Ema è al lavoro in questa direzione
L'ordinanza è stata adottata per consentire l'afflusso ed il deflusso delle tifoserie in modo separato, in tempi rapidi e, quindi, senza rischi per la pubblica incolumità
"Le pene sono sempre uguali e non adeguate alla perdita di una vita umana” ha detto il papà della giovane
La Corte, accogliendo la tesi difensiva di Loizzo, ha sostenuto che la ineleggibilità "riguarda solo le figure del direttore generale e dei direttori sanitario e amministrativo delle Aziende sanitarie e ospedaliere"
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved