Catanzarese ristrettro ai domiciliari nascondeva panetti di hashish davanti la finestra di casa

In casa del detenuto è stato trovato quasi mezzo etto di cocaina e banconote verosimilmente provento dell'attività di spaccio

Gli agenti della sezione Volanti della Questura di Catanzaro, nella serata di sabato, hanno arrestato D.S.,  26enne catanzarese pregiudicato ristretto agli arresti domiciliari. Nella serata del 14 agosto, i poliziotti transitando dinanzi l’abitazione di D.S., nel quartiere Lido di Catanzaro, hanno notato la grata della finestra, posta al piano terra, completamente aperta. L’insolito particolare ha indotto gli agenti a defilarsi e mantenersi alcuni minuti in osservazione, finché hanno sorpreso il ragazzo sporgersi innaturalmente, verosimilmente per buttare qualcosa. Alla luce del fatto che il giovane, nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari, era stato già in più circostanze trovato in possesso di cospicui quantitativi di stupefacenti, hanno fatto perquisito il detenuto e il suo domicilio con il supporto di un altro equipaggio della Squadra Volante nel frattempo fatto confluire sul posto.

La perquisizione

La perquisizione

Sporgendosi dalla finestra da cui si era affacciato D.S., gli operanti hanno trovato un involucro in cellophane contenente 5 panetti di hashish. All’esito della perquisizione domiciliare, gli agenti hanno trovato altri due involucri in cellophane contenenti cocaina, un altro pezzo di hashish, avvolto in un sacchetto trasparente riportante un simbolo identico a quello dei 5 panetti rinvenuti all’esterno della finestra, un bilancino di precisione ancora intriso di polvere bianca e 210 euro contanti frutto verosimilmente dell’attività di spaccio. All’esito delle analisi eseguite da operatori del locale Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica, la polvere bianca risultava essere cocaina, avente un peso complessivo lordo 43,84 grammi; i panetti risultavano essere 579 grammi di hashish. D.S. è stato quindi tratto in arresto e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, associato presso la casa circondariale di Siano.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Gli sms dell'uomo: "Non ci saranno sempre i carabinieri a proteggerti"
Pubbliredazionale
L'appuntamento è nato dalla collaborazione con il Gruppo Coscia. Sarà l'occasione per ammirare le nuove collezioni del prestigioso marchio
Le forze dell’ordine hanno scoperto che si trattava di un 37enne che era ai domiciliari
Nessun arresto, non trattandosi di flagranza di reato, ma la posizione dei due intercettati in Calabria è al vaglio degli inquirenti
"Ogni anno attraversano lo stretto 10 milioni di passeggeri. Con un ponte tutto questo non avrà un vantaggio sotto il profilo ambientale?"
L'orario era stato fissato alle 4 di mattina, ma i dati riportati nel decreto dicono altro
"Ai giovani dico di restare in Calabria, ma il percorso è duro. Bisogna seguire a qualsiasi costo la strada dritta, mai prendere scorciatoie"
Ehi Rama a Lungro: "È molto importante imparare la vostra storia e la vostra esperienza"
Coinvolti anche alcuni camici bianchi dell’ospedale di Melito Porto Salvo. Nelle scorse settimane erano già state emesse 11 misure cautelari
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved