Calabria7

Catanzaro, a Potenza servirà gettare il cuore oltre l’ostacolo

di Antonio Battaglia – Avanti con questo atteggiamento e qualcosa di positivo, prima o poi, arriverà: questa la convinzione che dovrà animare il Catanzaro nel delicato finale di stagione. Perdere d’ora in poi diventa assolutamente vietato: per la tifoseria, per lo spogliatoio, per una classifica che rischia di complicarsi miseramente.

L’intero ambiente, dopo un periodo contrassegnato da entusiasmo bacchico per i quattro risultati utili consecutivi, è stato costretto a ridimensionarsi in maniera quasi improvvisa. Se il pesante 4-0 rimediato a Francavilla poteva preoccupare e non poco (totale assenza di motivazioni, manovra sterile, difesa allo sbando totale), la sconfitta nel derby contro la Reggina ha lasciato strascichi abbastanza positivi.

Chiaro, sarebbe servito qualcosa in più: maggiore lucidità nella trequarti avversaria, coraggio nell’affrontare la difesa alta, una manovra più feconda. Ma, a ben guardare, le Aquile hanno tenuto le redini del gioco per quasi l’intera partita contro una squadra destinata da tempo alla Serie B. Peccato per l’assenza del bomber Tulli, peccato per quel palo colpito da Carlini sui titoli di coda.

Ma tant’è: come già affermato da Auteri, con un atteggiamento del genere difficilmente il Catanzaro incasserà sconfitte. All’orizzonte, c’è un doppio impegno da far accapponare la pelle: domani, Di Piazza & co. faranno visita al Potenza quarto in classifica, mentre lunedì 9 marzo ospiteranno il Bari al “Ceravolo”. Impossibile pensare di arrivare al 10 marzo con altre due sconfitte sulle spalle: in quel caso, si metterebbe a rischio anche la qualificazione stessa ai play-off.

Focus sulla partita di domani. Il Potenza è distante soli quattro punti dal secondo posto e arriverà in cima ai tre colli forte di due vittorie esterne consecutive. Un dato che complica e non poco l’eventuale impresa, considerando inoltre che gli Auteri boys hanno vinto una sola partita contro le prime cinque forze del torneo. Ma non sussistono più alibi: servono i tre punti, urgentemente. Basta gettare il cuore oltre l’ostacolo.

Capitolo formazione. Davanti a Bleve atteso il trio Celiento-Riggio-Martinelli. A centrocampo, Casoli e Nicoletti assisteranno sulle fasce la coppia centrale composta da Corapi e Iuliano, mentre in avanti spazio al tridente Kanoute-Di Piazza-Carlini.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

In migliaia a Catanzaro contro il Governo e la “zona rossa” (VIDEO)

Giovanni Bevacqua

Tallini: tutta la verità su ‘Valli Cupe’ (SERVIZIO TV)

manfredi

Catanzaro: Liceo Scientifico Luigi Siciliani, prosegue festa 70 anni

manfredi
Click to Hide Advanced Floating Content