Catanzaro, auto sui marciapiedi: le difficoltà di Stefano nel quartiere Lido

Sono diversi i video postati sulla propria pagina Facebook da Stefano, un uomo alle prese con i problemi quotidiani legati alla mobilità indotti dalla sua disabilità.

Vive nel quartiere Lido a Catanzaro e documenta in video come sia praticamente impossibile per lui evitare di muoversi in mezzo alla strada, con tutti i rischi del caso.

Vive nel quartiere Lido a Catanzaro e documenta in video come sia praticamente impossibile per lui evitare di muoversi in mezzo alla strada, con tutti i rischi del caso.

Auto parcheggiate sui marciapiedi, magari lasciate lì per raggiungere i locali del quartiere Giovino, tuttavia ostacolo evidente non solo per un disabile, ma per tutti i pedoni che nella zona vorrebbero spostarsi dalla propria abitazione al lungomare o alla zona del porto.

Si discute molto di paletti e di parcheggio nel capoluogo di regione, eppure maggiore sensibilità dovrebbe esserci per garantire una mobilità in sicurezza ai disabili ed ai pedoni. Sono regole di civiltà che andrebbero condivise, ma a Catanzaro sono troppi coloro che neppure si preoccupano delle regole.

In questo caso, come evidenzia Stefano su Facebook, i paletti sarebbero molto utili.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
La misura cautelare trae origine da una indagine diretta dalla Procura della Repubblica di Lamezia Terme e condotta dall'Arma territorial
“Ci hanno ringraziato per l'aiuto che gli abbiamo dato. Hanno sofferto tanto ed hanno lavorato per superare la tragedia"
La vicenda riguardava dei buoni sottoscritti nel 2002, che Poste rifiutava di pagare perché riteneva fossero oramai prescritti
"I soldi stanziati per la Calabria, ad esempio, devono restare in Calabria, così come quelli assegnati ad ogni Regione”
"Si tratta del primo risultato dell’istituzione della facoltà di Medicina a Cosenza, perché è un investimento realizzato dall’Unical"
L’Autorità di bacino chiede nuovi approfondimenti. L’avvio del cantiere slitta a data da destinarsi. Intanto la sanità vibonese sprofonda
La minore veniva dapprima fatta bersaglio di minacce verbali per poi essere aggredita con pugni e schiaffi
Nella colluttazione l'anziano cadde a terra battendo la testa. Trasportato in ospedale, morì dopo due settimane di agonia e sofferenza
Il questore di Crotone ha emesso un  provvedimento di daspo per la durata di 2 anni a carico di un tifoso di 19 anni
Il gruppo criminale ha interessi ramificati nel settore della sanità lombarda, in relazione alle attività connesse all’emergenza Covid
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved