Catanzaro, Cardamone: “Dalla Provincia 250mila euro per Museo archeologico”

“Con l’assestamento di bilancio approvato ieri dal Consiglio provinciale di Catanzaro è stato varato lo stanziamento di circa 250mila euro destinati all’ampliamento e alla ristrutturazione del Museo archeologico provinciale in villa Margherita”.

Lo sostiene l’assessore alla cultura Ivan Cardamone. “Si concretizza così – prosegue – una proposta partita dall’assessorato alla cultura del Comune di Catanzaro, recepita dal presidente Sergio Abramo e condivisa dal centrodestra che ringrazio, per il fine di realizzare all’interno del March una nuova sezione dedicata ai reperti archeologici rinvenuti negli ultimi anni a Germaneto, nel corso degli scavi della Cittadella regionale, al Sansinato e nell’area del San Giovanni. Preziose testimonianze storiche che sono custodite all’interno di depositi presso il Polo museale a Scolacium e che attendono di poter rivedere la luce ed essere riscoperte dal pubblico. L’obiettivo condiviso in sinergia con la 4Culture, e che ha ottenuto il sostegno finanziario della Provincia, è quello di valorizzare tale patrimonio grazie anche alla positiva interlocuzione avviata con la Soprintendenza Archeologica, Belle arti e Paesaggio. Sono stati già individuati dei possibili spazi adeguati in cui i reperti possano trovare sistemazione, in maniera coerente e unitaria con il percorso espositivo già esistente, sulla scorta di un preciso progetto scientifico già predisposto.

Lo sostiene l’assessore alla cultura Ivan Cardamone. “Si concretizza così – prosegue – una proposta partita dall’assessorato alla cultura del Comune di Catanzaro, recepita dal presidente Sergio Abramo e condivisa dal centrodestra che ringrazio, per il fine di realizzare all’interno del March una nuova sezione dedicata ai reperti archeologici rinvenuti negli ultimi anni a Germaneto, nel corso degli scavi della Cittadella regionale, al Sansinato e nell’area del San Giovanni. Preziose testimonianze storiche che sono custodite all’interno di depositi presso il Polo museale a Scolacium e che attendono di poter rivedere la luce ed essere riscoperte dal pubblico. L’obiettivo condiviso in sinergia con la 4Culture, e che ha ottenuto il sostegno finanziario della Provincia, è quello di valorizzare tale patrimonio grazie anche alla positiva interlocuzione avviata con la Soprintendenza Archeologica, Belle arti e Paesaggio. Sono stati già individuati dei possibili spazi adeguati in cui i reperti possano trovare sistemazione, in maniera coerente e unitaria con il percorso espositivo già esistente, sulla scorta di un preciso progetto scientifico già predisposto.

Questa iniziativa, frutto di una virtuosa collaborazione tra Comune e Provincia, consentirà, dunque, di arricchire la collezione del Museo e rendere maggiormente funzionale e attrattiva l’offerta culturale del Capoluogo”..

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved