Catanzaro col fiato sospeso, giornata decisiva per lo stadio “Ceravolo”: le ultime

I tempi sono risicati e il rischio ancora non del tutto scongiurato è che per le prime due partite le Aquile debbano migrare a Lecce

Si resta con il fiato sospeso per la conclusione degli interventi di messa a norma dello stadio “Nicola Ceravolo” di Catanzaro. Nella giornata di oggi è prevista la consegna dei cavi elettrici necessari per collegare i nuovi corpi illuminanti con i quadri elettrici. Per accelerare lampade e vecchi cavi sui quattro piloni dell’illuminazione sono già stati smontati, così all’arrivo del materiale si potrà procedere subito all’installazione. I tempi sono risicati e il rischio ancora non del tutto scongiurato è che per la prima e per la successiva partita del 30 agosto le Aquile debbano migrare a Lecce.

Un’ipotesi che si spera di evitare anche in considerazione del gran lavoro fatto negli ultimi due mesi, a partire dal nuovo manto erboso che ha già ottenuto l’ok da parte dei tecnici della Lega B. Dalle misurazioni strumentali sul campo (velocità di infiltrazione, durezza torsione sul ginocchio, rotolamento rimbalzo, umidità infeltrimento, spessore della zolla, capacità di radicamento su top soil), tutti i parametri sono risultati positivi. Ormai completi anche gli altri lavori di edilizia per la nuova sala Var, area hospitality, nuove postazioni per la stampa e altri servizi igienici.

Un’ipotesi che si spera di evitare anche in considerazione del gran lavoro fatto negli ultimi due mesi, a partire dal nuovo manto erboso che ha già ottenuto l’ok da parte dei tecnici della Lega B. Dalle misurazioni strumentali sul campo (velocità di infiltrazione, durezza torsione sul ginocchio, rotolamento rimbalzo, umidità infeltrimento, spessore della zolla, capacità di radicamento su top soil), tutti i parametri sono risultati positivi. Ormai completi anche gli altri lavori di edilizia per la nuova sala Var, area hospitality, nuove postazioni per la stampa e altri servizi igienici.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
Il gup nelle motivazioni della sentenza: "era a conoscenza dei rapporti tra 'ndrangheta e servizi segreti"
I genitori hanno scoperto casualmente un anno fa della malattia del figlio, dopo una serie di accertamenti
"Il mio ginecologo mi ricorda che devo controllare una cisti ovarica. Da lì parte uno tsunami. Risonanza, ricovero, operazione. Ciao ovaie"
Prende il posto di Bruno Trocini. Da giocatore ha indossato la maglia amaranto tra il 1988 e il 1990 ai tempi di Nevio Scala
I tempi? Appena la vice presidente Princi sarà proclamata in Europarlamento. Il governatore conferma: "Ho intenzione di alleggerirmi di alcune competenze"
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved