Catanzaro, concluse riprese Calibro 9: interessate varie zone della città

Si è conclusa nella serata di ieri, a Catanzaro, la parte delle riprese previste nel capoluogo calabrese di “Calibro 9“, film prodotto dalla Minerva Pictures per la regia di Toni D’Angelo. Si tratta del sequel di un noir-poliziottesco cult degli anni ’70, “Milano Calibro 9” di Fernando Di Leo.

“Calibro 9”, che si avvale anche del sostegno di Rai Cinema e della collaborazione del Mibac, propone un cast di primo livello, con attori come Marco Bocci, Ksenia Rappoport, Alessio Boni, Michele Placido e Barbara Bouchet, quest’ultima già protagonista al fianco di Gastone Moschin nell’opera firmata da Di Leo. La trama narra di un ricco avvocato viziato, figlio del protagonista del film precedente, che si annoia nella sua “Milano da bere” e pensa di passare il tempo organizzando un colpo del secolo del web, spostando somme per cento milioni di euro, ma sbaglia obiettivo e le vittime del colpo si mettono alla sua ricerca.

“Calibro 9”, che si avvale anche del sostegno di Rai Cinema e della collaborazione del Mibac, propone un cast di primo livello, con attori come Marco Bocci, Ksenia Rappoport, Alessio Boni, Michele Placido e Barbara Bouchet, quest’ultima già protagonista al fianco di Gastone Moschin nell’opera firmata da Di Leo. La trama narra di un ricco avvocato viziato, figlio del protagonista del film precedente, che si annoia nella sua “Milano da bere” e pensa di passare il tempo organizzando un colpo del secolo del web, spostando somme per cento milioni di euro, ma sbaglia obiettivo e le vittime del colpo si mettono alla sua ricerca.

“Calibro 9”, le cui riprese sono previste anche in altre parti d’Italia e in alcune località estere, è la prima produzione cinematografica che ha fatto tappa a Catanzaro, grazie anche agli sforzi di Gianvito Casadonte, sovrintendente della Fondazione Teatro Politeama e direttore del Taormina Film Festival e del Magna Graecia Film Festival di Catanzaro: nel capoluogo calabrese il primo ciak è stato battuto il 24 giugno e si è girato per circa due settimane, con scene allestite nel centro storico, nel quartiere marinaro e in altri rioni caratteristici del capoluogo e in alcune località della costa jonica come Stalettì, e con l’impiego anche di maestranze locali, dalle figurazioni (ben 30 comparse, tra cui una decina di anziani) ai macchinisti e a tanti altri tecnici che hanno fornito supporto tecnico e logistico, coordinato dal responsabile dell’organizzazione territoriale del film, Raffaele Bitonte.

La presenza di molti artisti di rango – Bocci e la Rappoport sono stati a Catanzaro per tutta la durata delle riprese, Boni il primo giorno e Placido ieri – ha richiamato nelle varie location del set molti fan, appassionati e curiosi, a caccia di scatti, selfie e autografi. A sua volta, l’intera produzione di “Calibro 9” ha speso parole di gratitudine per la “bellissima accoglienza ricevuta a Catanzaro”, sottolineando “l’alta professionalità dei nostri collaboratori calabresi e la straordinaria bellezza dei luoghi nei quali si è girato”. Dopo Catanzaro, la prossima tappa della troupe di “Calibro 9” sarà Milano.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
Messa in sicurezza l’area, è stato chiuso al traffico il tratto interessato dal rogo per il tempo necessario alle operazioni di spegnimento
Il governatore: "La nostra terra ha vitigni eccellenti e tante piccole cantine"
Ordinato sacerdote nel 1936 fu membro per sedici anni della Compagnia di Gesù, insegnando filosofia e teologia
Sul posto il personale medico del 118 ed i carabinieri per i rilievi del caso, assieme a squadre dell'Anas
Le osservazioni in vista della conferenza di impatto ambientale
L'aspirante primo cittadino parla anche delle "condizioni disagevoli per l’erogazione delle prestazioni" e del "sovraccarico di lavoro"
Il più grande festival della regione, dall’anima itinerante e dal respiro internazionale, sarà inaugurato lunedì 15 aprile
Intanto il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, è in contatto con i prefetti delle città italiane
L'uomo non ha saputo specificare la provenienza del denaro che per gli investigatori sarebbe frutto di illeciti
Un evento che ha riunito i congregari presenti, finalizzato all’approvazione dei documenti contabili dell'associazione
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved