Calabria7

Catanzaro: detenuto ingoia batterie e lamette, poi aggredisce tre agenti

pronto soccorso

(NDL) Ennesimo fatto violento ai danni degli agenti penitenziari calabresi.

La notte scorsa un detenuto extracomunitario è stato portato presso il pronto soccorso del Pugliese-Ciaccio di Catanzaro per aver ingoiato alcuni oggetti.

Dopo i dovuti accertamenti si è passati all’estrazione dei materiali, per la precisione sette batterie e persino quattro lamette. Finita la delicata operazione effettuata con un sondino, all’improvviso e senza nessun motivo, il  detenuto si è scagliato contro gli agenti aggredendoli a calci e pugni.

Ad uno di loro ha pure cercato di sottrarre la pistola a uno di loro.

A dare la notizia dell’accaduto, il Segretario Regionale SiNAPPe Roberto Magro.

Non si comprendono le ragioni dell’ignobile gesto, ma è chiaro che l’episodio si inquadra in una linea di condotte simili che stanno connotando la storia detentiva del recluso in questione.

Solo grazie all’intervento tempestivo dei colleghi si è scongiurato il peggio.

Con tutta l’amarezza per l’ennesimo episodio di violenza occorso, il Si.N.A.P.Pe augura una pronta guarigione ai poliziotti coinvolti nell’aggressione, i quali hanno avuto tutti e tre una prognosi di 7 giorni.

Si chiede ai Vertici dell’Amministrazione Penitenziaria di adottare incisivi provvedimenti a carico del detenuto, affinché possa scongiurarsi il ripetersi di simili eventi.

 

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

‘La mia Lamezia’ dei candidati sindaco: Eugenio Guarascio/2

nico de luca

Catanzaro, ingresso asilo invaso da rifiuti: “I bambini non possono entrare”

Matteo Brancati

Lamezia Terme, Guardia Costiera sequestra 35 kg di pesce

Matteo Brancati
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content