Catanzaro, gestione centro polisportivo Giovino: tempo fino al 20

Consiglio provinciale Catanzaro

Con la pubblicazione del bando per la concessione della gestione e conduzione del campo coperto “Angelo Mammì”, termina il lungo iter istruttorio che permetterà l’utilizzo della struttura all’interno del centro polisportivo Giovino di Catanzaro.

La struttura nasce da una proposta progettuale presentata dall’Amministrazione provinciale di Catanzaro al ministero dell’Interno, per la realizzazione di un impianto polivalente per lo svolgimento della pratica sportiva, intesa come strumento di promozione della cultura della legalità. L’iniziativa fu denominata “IO GIOCO LEGALE” ed i fondi trovarono copertura all’interno del PON “Sicurezza per lo sviluppo – Obiettivo Convergenza 2007/2013”.

La struttura nasce da una proposta progettuale presentata dall’Amministrazione provinciale di Catanzaro al ministero dell’Interno, per la realizzazione di un impianto polivalente per lo svolgimento della pratica sportiva, intesa come strumento di promozione della cultura della legalità. L’iniziativa fu denominata “IO GIOCO LEGALE” ed i fondi trovarono copertura all’interno del PON “Sicurezza per lo sviluppo – Obiettivo Convergenza 2007/2013”.

L’Amministrazione provinciale, guidata dal presidente Sergio Abramo, ha rimodulato il progetto, inserendo lavori di sistemazione delle aree esterne sia a verde, che pedonali, incluso il completamento della recinzione perimetrale del lotto, l’impianto di illuminazione, la fornitura e la posa di arredi con l’obiettivo di riqualificare, attraverso il completamento, l’ambiente circostante la struttura, in ragione delle specifiche funzioni sociali cui l’impianto è destinato. Le modifiche, redatte dal settore Patrimonio, sono state accolte dal ministero dell’Interno e ciò ha consentito la pubblicazione del bando per la concessione dell’impianto. La concessione, della durata di sei anni, è finalizzata alla conduzione del campo polivalente coperto ed è volta a garantire un ottimale livello di stabilità nel tempo del servizio erogato. Alla procedura telematica aperta, pubblicata sul sito dell’Ente, possono partecipare le società e/o associazioni sportive dilettantistiche regolarmente iscritte alla rispettiva Federazione sportiva aderente al Coni – alla data dell’emissione del bando di gara – sotto forma di offerente singolo e/o di raggruppamento, che abbiano i requisiti previsti dal bando. In particolare, tenuto conto che il finanziamento per la realizzazione della struttura è stato ottenuto come associato al predetto programma operativo nazionale,  le società e/o associazioni partecipanti alla gara dovranno obbligatoriamente indicare un’associazione e/o una società (Onlus, fondazione, ecc.) impegnata nel sociale con prevalente interesse all’inclusione delle fasce di fragilità sociale (es. migranti, ex detenuti, minori, ecc.) con la quale collaborare alle attività sportive interne al campo.

I partecipanti dovranno presentare, oltre alla documentazione amministrativa e all’offerta economica, anche una offerta tecnica contenente una proposta progettuale di gestione dell’impianto che verrà valutata da un’apposita commissione giudicatrice. Le domande dovranno pervenire entro il prossimo 20 gennaio, previa richiesta di sopralluogo da effettuare congiuntamente al personale addetto della Provincia di Catanzaro.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'uomo si è consegnato poco fa alla caserma dei carabinieri è accusato di estorsione con il metodo mafioso
Prima tappa di un percorso ancora lungo. La decisione è attesa entro luglio
"Con il ministro Piantedosi abbiamo recepito le richieste dei sindaci che hanno evidenziato le vulnerabilita' finanziarie degli enti locali"
Nel momento in cui la giovane è finita in acqua insieme ad altri tre compagni, tutti recuperati, il fiume Lao era particolarmente ingrossato
La comitiva di 40 ragazzi si era avventurata sul fiume Lao per un'escursione quando per cause accidentali una ragazza è caduta in acqua
"Le navi di grandi dimensioni potranno attraversare lo stretto di Messina quando il Ponte sarà realtà. Lo confermano gli studi"
"La realizzazione di un Consorzio unico non convince, perché attiva un processo di centralizzazione che non ha motivo di esistere"
Incontro tra i presidenti del Consiglio regionale e dell'Ordine dei giornalisti della Calabria. Sottolineato il valore della professione
Il sindaco illustra gli effetti della sentenza della Corte dei conti che ha bocciato il piano di riequilibrio e annuncia vertice al ministero
Nell'attesa dell'arrivo dell'ambulanza i poliziotti hanno seguito le istruzioni fornite telefonicamente dal 118 per non farlo addormentare
RUBRICHE

Calabria7 utilizza cookie, suoi e di terze parti, per offrirti il miglior servizio possibile, misurare il coinvolgimento degli utenti e offrire contenuti mirati.

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2023 © All rights reserved