Calabria7

Catanzaro, ‘I Quartieri’: “Perché il sindaco Abramo non sostituisce alcuni assessori?”

quartieri

“Il tavolo tecnico approntato nelle scorse settimane è il frutto di un tentativo di correre ai ripari per le storture messe in atto proprio dall’assessore Cavallaro, che aveva annunciato e fatto realizzare il Regolamento Comunale per l’istituzione dell’Albo delle Associazioni Sportive”. Lo afferma l’Associazione “I Quartieri”.

“Quel documento, che altri non è che un miserevole “censimento” e che il CONI e tutti gli altri soggetti sportivi istituzionali hanno bocciato senza tanti preamboli, visto che lo stesso Albo è in palese conflitto con il Registro Nazionale CONI e con altri regolamenti comunali già esistenti. Leggere oggi, il plauso grottesco che i tre moschettieri: Lorenzo Costa, Andrea Amendola e Roberta Gallo, elargiscono al politicamente inconsistente assessore allo Sport, Domenico Cavallaro, probabilmente su input politico di scuderia, lascia noi e grandissima parte del mondo dello sport e dell’associazionismo cittadino basiti.  Capiamo che in questa fase in cui, probabilmente, anche il sindaco Abramo si è reso conto che nell’assessore Cavallaro risiede tutta l’inadeguatezza del ruolo visti gli scarsi – anzi nulli – risultati, un aiutino sia utile, nonostante la certezza “corale” che dopo tre anni del nulla, Cavallaro, anzi l’assessore al non Sport, resta immobile e seduto, solo per riscaldare la poltrona.  Questo “vezzo” potrebbe essere ripetuto per quasi tutta la Giunta comunale, quella politicamente incapace di risolvere i problemi dei cittadini.  Se è così, allora risultano grottesche le dichiarazioni dei consiglieri comunali Lorenzo Costa, Andrea Amendola e Roberta Gallo, che parlano di grande lavoro svolto dall’assessore Cavallaro (?) Anche perché, proprio la 4^ Commissione Consiliare Sport e Politiche Sociali con nota protocollo n. 41079 del 8/05/2020 a firma del presidente Lostumbo ha notificato all’assessore Cavallaro una sonora sfiducia politica e bocciatura amministrativa, sul tanto decantato Albo delle Associazioni Sportive il cosi detto “Albo Cavallaro”.


Infatti nella missiva recante oggetto: “Stralcio verbale n. 3 del 8/5/2020 – INDIRIZZO – all’avviso per lì iscrizione all’albo comunale delle associazioni sportive”, la commissione consiliare Sport – all’unanimità – sospendeva l’Albo e le sue procedure per approntare approfondimenti e modifiche, che qualche giorno dopo, 11 Maggio, proposero i vertici del CONI preoccupati per le grossolane inesattezze politiche e amministrative diramate proprio dall’Albo Cavallaro.  Per non infierire non ci soffermeremo – e potremmo farlo con novizia di particolari – sui pensieri espressi in libertà da qualche consigliere comunale, fulminato sulla via di Damasco del centro destra comunale, quello che oggi plaude all’assessore Cavallaro e che probabilmente ed anche legittimamente, non ne condivide l’agire politico-amministrativo per lo Sport. Quella non condivisione che ormai tutta la città ha capito, che la Giunta comunale è inadeguata ai bisogni della città, tanto che si dimostra, ogni giorno, sempre di più lontana e distante dalla soluzione dei problemi. Ma, in questo drammatico quadro, è l’assessore Cavallaro, beneficiario del plauso dei tre Moschettieri, che risulta essere totalmente inconsistente e politicamente inadeguato ad affrontare i problemi del mondo sportivo cittadino.
Oggi tentare di mascherare queste verità attraverso le dichiarazioni dei tre consiglieri-Moschettieri Costa, Amendola e Gallo, non fa altro che offendere tutta la città, oltre che la miriade di associazioni sportive e tutto il mondo dello sport catanzarese.  C’è però chi dovrebbe offendersi ed indignarsi più di tutti: è il sindaco Abramo, che nella sua lunga e ventennale storia di amministratore ha senza esitazioni mandato a casa, licenziando e sostituendo, circa 40 assessori, ogni volta che si rendeva conto che l’azione amministrativa del Comune era inefficace ed inconsistente.  Oggi, stranamente, Abramo fa finta di nulla di fronte alla stagnazione della Giunta comunale e di fronte al non fare dell’assessore Cavallaro. Chiediamo allora pubblicamente al sindaco: c’è un perché che impedisce di sostituire alcuni assessori? Oppure c’è una volontà specifica del sindaco che non vuole sostituirli?”:
Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Malore durante funzione religiosa a Catanzaro: “Non ci sono ambulanze”

manfredi

Lavoro, sindacati: “No alla chiusura della sede Abramo di Lamezia Terme”

Matteo Brancati

Cosenza, Mario Occhiuto in tour per le località regionali

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content