Calabria7

Catanzaro, imbratta muro e picchia agenti: arrestato 31enne

droga stretto

Ha imbrattato la città e dato in escandescenze, ferendo un agente, ma è stato arrestato. Accade a Catanzaro, dove alle 9 del mattino di martedì scorso poliziotti della Squadra Volante hanno sorpreso un uomo in pieno centro cittadino che, con un pennarello rosso, stava vandalizzando un muretto di marmo ricoprendolo con scritte in lingua araba. L’uomo, rifiutandosi di fornire le proprie generalità e un documento, ha manifestato la sua aggressività con frasi minacciose pronunciate in lingua straniera e in italiano: “….non vi avvicinate…. vi ammazzo…”. In un crescendo di frasi ingiuriose rivolte agli agenti e all’Italia, ha iniziato a sferrare calci, pugni e spintoni, riuscendo a colpirne uno e facendolo cadere rovinosamente a terra, ma è stato bloccato.

Negli uffici della Questura l’uomo opponeva ancora resistenza. Manifestandosi violento e pronunciando frasi minacciose. La comparazione delle impronte digitali ha permesso di identificarlo come R.A., marocchino di 31 anni residente in Catanzaro. Uomo arrestato per danneggiamento aggravato, resistenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale. In sede di udienza con rito per direttissima, il giudice ha convalidato l’arresto.

L’ausilio di un interprete di lingua araba ha permesso di tradurre la scritta sul muretto, una frase ingiuriosa rivolta a una donna dal nome arabo. L’agente della Volante colpito medicato in pronto soccorso e giudicato guaribile in 5 giorni.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Regionali, Robbe (Pd): “Donne fondamentali nella politica calabrese”

Andrea Marino

Coronavirus, Riccio. “Tra una taskforce ed un annuncio, quanto ha speso la Santelli?”

Matteo Brancati

Catanzaro: soluzioni concrete per precari Pugliese-Ciaccio

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content