Calabria7

Catanzaro, la rabbia dei residenti di via Caduti 16 marzo

“A distanza di qualche settimana ritorniamo a denunciare i problemi che si vivono nel nostro quartiere, in via caduti 16 marzo 1978 (PISTOIA)”.

Scrive a Calabria 7 il presidente dell’associazione culturale “Insieme per”, Piero Guarnieri, dopo che nei giorni scorsi con le nostre telecamere abbiamo raccontato il degrado ambientale e sociale che si vive nel quartiere.

“In particolare – scrive Guarnieri – parliamo di ambiente, di viabilità e sicurezza delle strade; quasi un mese fa dei ragazzi residenti del quartiere si sono sacrificati per tre giorni ad effettuare quello che dovrebbe fare il Comune, come la potatura degli alberi. Ebbene, da 40 anni gli alberi della piazzetta non sono stati mai potati e i ragazzi, avvicinandosi il Natale, volendo mettere delle luminarie per i residenti e soprattutto per i bambini, hanno pensato di farlo loro. Fin qua tutto bene, con i ragazzi che hanno messo tutti i rami in un unico posto in piazzetta, pensando di agevolare un servizio ed invece è da un mese che né il comune né altri, nonostante si siano fatte delle segnalazioni, ad oggi è intervenuto.

Vorremmo un intervento da parte dell’assessore Cavallaro – prosegue Guarnieri – chiedendo scusa se qualcuno si sia sostituito a fare il lavoro di altri. Ora parliamo di viabilità e sicurezza delle strade; in primis vorremmo porgere all’attenzione dell’assessore al territorio Longo, una strada, quella di via Campania, che collega via caduti 16 marzo con via Magna Graecia dietro l’Amc.

Da molti mesi in via Campania non vi è illuminazione, pertanto tutti gli abitanti di Pistoia e viale Isonzo che passano da là o per usufruire dei servizi ferroviari, o di trasporto con Amc, oppure per andare fare la spesa, rischiano di essere investiti o di incontrare brutte persone per strada.

Il quartiere è stato asfaltato circa 40 anni fa, vorremmo sapere se è arrivato il momento di usare un po’ di catrame anche da noi, oppure ci si dica quali fondi dobbiamo aspettare. Stanno arrivando i primi temporali e con molta probabilità la pioggia provocherà buche sparse dappertutto. Infine, – conclude Guarnieri – parliamo di una segnaletica stradale inesistente, strisce pedonali zero, aspettando che qualcuno si faccia male.

Invitiamo gli assessori Cavallaro e Longo a dare risposte concrete al nostro quartiere con fatti e senza parole, che le parole le vola via il vento. Noi continueremo a denunciare i problemi quotidiani provocati dalla gestione inesistente del nostro quartiere. Si pensi anche a noi e non si trascorra il tempo ad occuparsi solo delle prossime elezioni regionali”.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

“Acquamala”, scarcerato Maurizio Sabato detto “U Cavaleri”

manfredi

Le sciarpe rosse di Callipo: “Rivoluzione e amore per una nuova Calabria”

Mirko

Csv Catanzaro, giovani e rispetto ambientale il nostro futuro

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content