Calabria7

Catanzaro, l’ironico video che riprende la strana piccola “torre pendente” di via Piave

di Danilo Colacino – L’implacabile videomaker Stefano Veraldi – autoproclamatosi inviato di Striscia la Verità, neanche a dirlo ispirata all’inimitabile programma cult di Antonio Ricci – che ogni finesettimana, e non solo, gira la città munito di cellulare con telecamera integrata stavolta ha ‘raccolto’ del materiale su via Piave poi divulgato attraverso il profilo Facebook a lui in uso.

Un contenitore di immagini che di recente ha appunto preso spunto da quanto ripreso nell’area a Nord contigua ai giardini di San Leonardo e a Sud al vecchio Magistrale per la formulazione di due domande sintetizzabili in altrettanti analoghi quesiti: “Chi controlla i controllori? E cosa fanno coloro i quali hanno la delicata funzione della gestione del territorio, dall’assessore al ramo Franco Longo ai dirigenti dei settori preposti, per conto dell’amministrazione comunale e degli uffici municipali competenti?”.

Interrogativi suffragati da quanto documentato nella zona in cui sono stati tagliati alberi secolari (con un portato di aspre polemiche). Intervento a cui è seguito il rifacimento marciapiede e, dopo la demolizione, del cordolo per un esborso complessivo da parte dell’ente di Palazzo De Nobili pari a quasi 114mila euro, ma che a giudizio dell’esponente di Fare per Catanzaro ha dato luogo a un’evidente anomalia.

Quale? Lo spiega lo stesso aspirante politico come si ascolta dall’audio del video girato che stigmatizza: “Il tabellone informativo luminoso presente in questo minicantiere, peraltro inattivo al pari degli altri dislocati in vari punti del capoluogo fin dall’installazione, non solo non è stato rimosso ma è persino rimasto storto, vale a dire  come era prima della ristrutturazione del manto stradale sottostante. Incredibile tuttavia vero. L’ennesima stranezza – chiosa Veraldi – della nostra amata città”.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

L’editoriale, la politica se ne “frega” della gente che si “vendica” nelle urne

Danilo Colacino

Catanzaro, il 12 dicembre ‘Open Day’ del Convitto “Galluppi”

Matteo Brancati

“A microfono aperto…”, il direttore Pollice illustra il cartellone della sua Ama

Maurizio Santoro
Click to Hide Advanced Floating Content