Calabria7

Catanzaro, per battere la capolista Ternana servirà un’altra prova di forza

us Catanzaro

di Antonio Battaglia – Confermarsi dopo una prestazione grandiosa, quasi inaspettata. Il Catanzaro si prepara alla trasferta più insidiosa di questa prima parte di campionato forte della prova gagliarda sfoggiata in quel di Genova. Le Aquile giallorosse hanno dimostrato di poter competere fino alla fine contro un’avversaria da Serie A grazie a un piglio marcatamente offensivo e, soprattutto, mentalità da big.

Una grande dose di soddisfazione in saccoccia, che servirà per ricaricare il morale dei giocatori in vista di un tour de force in campionato che si preannuncia infuocato. Il calendario proporrà in ordine la trasferta di Terni, il recupero con il Palermo, quindi la gara di Avellino, il turno infrasettimanale contro la sorpresa Teramo e l’altra trasferta di Francavilla. Cinque partite thrilling nell’arco di quindici giorni, che obbligheranno il Catanzaro a un grande dispiego di energie fisiche e mentali.

Ostacolo Fere

Si parte domani alle ore 15: teatro dello spettacolo sarà per l’appunto il “Liberati” di Terni. La squadra di Lucarelli è prima in classifica, finora non ha mai perso e vanta un entusiasmante zero alla casella gol subiti in casa. Statistiche da capogiro, per una gara che si configura come il primo effettivo test verità in casa Catanzaro.

Gli avversari incontrati fin qui, infatti, non rappresentavano autentiche corazzate in grado di competere per la promozione diretta. Per di più, il team di Calabro ha palesato discontinuità anche dal punto di vista tattico. Allo stradominio contro il Foggia, ad esempio, ha fatto seguito la scialba prestazione di Caserta dove le Aquile hanno dimostrato lentezza di manovra e grave sterilità in attacco.

Ma è da gare dal coefficiente di difficoltà così elevato come quella di domani che si misura il processo di crescita di una squadra ancora (comprensibilmente) alla ricerca di un’identità tattica. Per scardinare il pericolo Ternana, il Catanzaro dovrà affrontare lucidamente la gara con fame e caparbietà, le stesse doti ammirate qualche giorno fa al “Marassi”. A viso aperto e con la consapevolezza di poter dare una svolta decisa al proprio cammino.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Befana del Poliziotto, Politeama tutto pieno con Pippo Franco

Andrea Marino

On line il nuovo sito internet del comune di Marcellinara

manfredi

Consiglio comunale Catanzaro, deserta la prima convocazione

Mirko
Click to Hide Advanced Floating Content