Calabria7

Catanzaro, alta tensione all’Asp: precari ospedale gettano benzina nei locali

precari dell'ospedale pugliese-ciaccio

Gli infermieri e operatori socio sanitari precari licenziati dell’ospedale “Pugliese-Ciaccio” continuano a fare sul serio in attesa di risposte sul proprio futuro.

Nelle scorse ore, infatti, gli stessi, dopo aver occupato la direzione sanitaria del nosocomio, hanno iniziato lo sciopero della fame e della sete. Un gesto che fa seguito alle tante manifestazioni di protesta delle passate settimane.

Ricordiamo che i licenziamenti sono previsti per fine anno dopo 4 anni di attività presso l’ospedale cittadino cittadino.

AGGIORNAMENTO – Gli stessi precari, licenziati dell’ospedale “Pugliese-Ciaccio” e chiusi nella direzione sanitaria, hanno gettato benzina a terra per protesta. Sul posto si attendono le forze dell’ordine. Intanto i locali sono stati sgombrati grazie all’intervento della Digos. I precari chiedono un incontro con il governatore Mario Oliverio,  con il delegato della sanità Calabrese, Franco Pacenza e Antonio Belcastro, dg sanità regionale.

Redazione Calabria 7

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Celia: “Centro Calabrese di Solidarietà fondamentale per la regione”

manfredi

Relazione Corte dei Conti: dai docenti condannati per doppio lavoro alle criticità nei Comuni

Mimmo Famularo

Sopraintendenza Catanzaro-Crotone, Abramo chiede spiegazioni

Andrea Marino
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content