Catastrofe nel Bolognese, esplosa centrale idroelettrica: 3 morti e diversi dispersi. Occhiuto: “Tragedia immane”

L’esplosione è avvenuta al bacino artificiale di Suviana. I vigili del fuoco faticano ad entrare nei locali. Il comandante provinciale: “C'è parecchio fumo”

Sale il bilancio della tragedia di Suviana, l’esplosione, forse provocata da un incendio, a un generatore nella centrale idroelettrica nel comune di Camugnano, sull’Appenino Bolognese: secondo la prefettura di Bologna al momento ci sono 3 morti accertati e sei dispersi, oltre ai tre feriti. L’incendio si è verificato a circa 30 metri di visibilità e le operazioni di soccorso sono estremamente complicate. Secondo Marco Masinara, sindaco di Camugnano, erano in corso dei lavori alle turbine e all’interno della struttura si trovava il personale.

L’incidente si è verificato sotto il livello dell’acqua: c’è parecchio fumo e i vigili del fuoco stanno faticando e entrare nei locali. “Per prestare soccorso servono visibilità e basse temperature”, ha detto il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Bologna Calogero Turturici. “Quando arriveremo al piano dell’incidente capiremo meglio”, ha aggiunto. L’incendio sarebbe avvenuto al piano meno 9, dove ci sono i trasformatori. “Servirà una testimonianza di chi era sul posto. I locali ora sono sommersi dall’acqua secondo le prime informazioni che abbiamo. Se non si mette a disposizione per le indagini il luogo dell’incidente è difficile ipotizzare una determinata tipologia di scenario o un’altra”.

L’incidente si è verificato sotto il livello dell’acqua: c’è parecchio fumo e i vigili del fuoco stanno faticando e entrare nei locali. “Per prestare soccorso servono visibilità e basse temperature”, ha detto il comandante provinciale dei vigili del fuoco di Bologna Calogero Turturici. “Quando arriveremo al piano dell’incidente capiremo meglio”, ha aggiunto. L’incendio sarebbe avvenuto al piano meno 9, dove ci sono i trasformatori. “Servirà una testimonianza di chi era sul posto. I locali ora sono sommersi dall’acqua secondo le prime informazioni che abbiamo. Se non si mette a disposizione per le indagini il luogo dell’incidente è difficile ipotizzare una determinata tipologia di scenario o un’altra”.

Impossibile, al momento, ipotizzare le cause dell’incidente, per le quali saranno fondamentali le testimonianze di chi era sul posto. I locali al momento sono sommersi dall’acqua, non sono possibili i soccorsi, tanto meno i sopralluoghi per capire che cosa è successo. “Stanno verificando cosa è successo, anche sul numero dei feriti e dei dispersi al momento non ci sono certezze. I feriti dovrebbero essere 4 o 5, ma non è un dato certo. Dobbiamo ancora capire, credo stessero facendo dei lavori di manutenzione nella centrale”. Lo ha detto il Prefetto di Bologna, Attilio Visconti, a proposito dell’esplosione alla centrale.

La diga del bacino artificiale di Suviana non risulta coinvolta nell’incidente. Secondo quanto si apprende dai soccorritori, l’esplosione è avvenuta in una centrale di pompaggio e turbinaggio che si trova a circa 2 chilometri di distanza. Al momento dunque non si registra alcun danno alla struttura della diga. Enel, proprietaria della centrale, sta compiendo verifiche con il proprio personale degli uffici locali per accertare cosa sia accaduto.

“Seguiamo con estrema preoccupazione le notizie provenienti da Suviana. Sono in stretto contatto col sindaco di Camugnano e il Comandante dei Vigli del Fuoco. La vicepresidente Irene Priolo sta raggiungendo il luogo dell’esplosione. Abbiamo attivato le strutture di Protezione Civile, a disposizione dei Vigili del fuoco e delle Forze dell’ordine impegnate nelle operazioni di salvataggio”. Lo ha scritto sui social network il presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. Il ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin, sta seguendo in diretto contatto con il Prefetto di Bologna l’evolversi della situazione alla centrale idroelettrica della diga di Suviana, dove nel pomeriggio si è verificata una esplosione. Lo rende noto il Mase.

Occhiuto: “Tragedia immane, vicinanza alla comunità”

“Morti, dispersi, feriti. L’incidente della centrale idroelettrica di Suviana, in provincia di Bologna, è una tragedia immane. Continua il dramma delle morti sul lavoro. Cordoglio ai familiari delle vittime, vicinanza alla comunità dell’Emilia Romagna e al presidente Bonaccini”. Lo scrive su X Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria e vice segretario nazionale di Forza Italia.

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved