Calabria7

Catturato in Spagna “Esaurito”, esponente della ‘ndragheta calabrese a Torino

cosenza

Vittorio Raso, 41enne detto “Esaurito“, personaggio di spicco della ‘ndrangheta calabrese radicata a Torino, è stato arrestato a Barcellona grazie alla collaborazione tra la polizia di Stato e la Policia Nazional spagnola. Era latitante dal 2018 in seguito a una condanna in primo grado a vent’anni per traffico internazionale di droga. A Torino era nella consorteria della famiglia Crea. Il blitz ha portato anche al sequestro di 360mila euro in contanti, oltre 13 chili di droga, una pistola, una carabina e un fucile mitragliatore (tutti di provenienza furtiva) e numerose munizioni.

Raso è accusato di aver organizzato con l’aiuto delle mogli di Adolfo e Aldo Cosimo Crea, un sistema di prestiti a tasso usuraio con soldi ricavati da una società che, per mezzo di un prestanome riusciva a ottenere fondi e finanziamenti pubblici.
Un anno fa la squadra mobile di Torino, coordinata dalla procura di Torino, aveva smascherato il sistema arrestando 16 persone, fra i quali commercialisti e consulenti, sequestrando beni per oltre tre milioni di euro. All’epoca Vittorio Raso era già latitante. Dopo un anno di intercettazioni e con la collaborazione della Policia Nacional gli investigatori della squadra mobile di Torino, hanno individuato Raso a Barcellona dove “Esaurito” si era nascosto con un nome falso.

© Riproduzione riservata.

Articoli Correlati

Coronavirus, allarme a Squillace: i casi sono da variante inglese

Damiana Riverso

Mediaset non diffamò l’ex sostituto procuratore di Vibo, lo dice la Cassazione

Giovanni Bevacqua

Morte sospetta all’ospedale di Catanzaro, prosciolti nove medici (NOMI)

Maurizio Santoro
Click to Hide Advanced Floating Content
Click to Hide Advanced Floating Content