Centri dialisi del Vibonese in ospedali vecchi e fatiscenti. Medici e infermieri insufficienti a Tropea, Nicotera e Serra

Le battaglie da parte della segreteria regionale Aned proseguiranno su tutto il territorio provinciale per assicurare un servizio migliore ai dializzati
centri dialisi

I 4 Centri dialisi della provincia di Vibo Valentia ubicati in presidi ospedalieri che si trovano nel totale degrado nonostante, nel corso degli ultimi anni, siano stati spesi milioni di euro per la loro manutenzione. Sono da considerarsi “vecchi e fatiscenti” i nosocomi di Vibo Valentia, Nicotera, Tropea e Serra San Bruno. Queste 4 strutture sanitarie ospitano all’interno dei loro locali altrettante Unità operative per dializzati.

La situazione a Vibo

La situazione a Vibo

Quella attiva nella città capoluogo è ubicata nel fatiscente ospedale “Jazzolino” ed è diretta dalla dottoressa Ivana Figliano. Per la responsabile il reparto funziona alla perfezione perché ci sono in servizio 6 medici, 23 infermieri e 4 Oss. Non è così per diversi pazienti che sono costretti, loro malgrado, a fare la dialisi in locali angusti e vecchi di decenni nonostante siano stati ristrutturati in maniera approssimativa pochi anni addietro. I 90 pazienti in trattamento spesso sono costretti ad affrontare grossi disagi perché, in più di un’occasione, hanno trovato l’ascensore guasto e i parcheggi all’interno dell’ospedale occupati.

“Siamo contenti per il personale medico e infermieristico – hanno sottolineato alcuni – . Ci trattano bene. Quello che lascia a desiderare sono i locali e l’ascensore per salire in reparto ubicato al primo piano. Diverse volte lo abbiamo trovato guasto. Qualche area sosta in più non guasterebbe”.

A Serra, Tropea e Nicotera strutture che funzionano a mezzo servizio

Situazione non certo migliore anche nei 3 Centri dialisi di Serra San Bruno, Tropea e Nicotera. Strutture ospedaliere che funzionano a mezzo servizio perché negli anni scorsi era stata avviata la soppressione dei reparti. Per l’ospedale di Nicotera è andata peggio perché l’hanno chiuso. Nei 3 Centri sono in trattamento ben 69 dializzati. L’equipe del dottore Cesare Fornaciari deve fare i salti mortali per assicurare un servizio adeguato a pazienti molto fragili. Lo stesso coordinatore, molto spesso, deve andare da una struttura all’altra per assicurare la presenza di un medico in più. Rispetto al passato qualche passo in avanti è stato fatto. Restano ancora da risolvere le carenze di personale sanitario e alberghiere. Le battaglie da parte della segreteria regionale Aned proseguiranno su tutto il territorio provinciale per assicurare un servizio migliore ai dializzati.

LEGGI ANCHE | Sanità da “terzo mondo” in Calabria, la situazione dei 18 centri di dialisi a Cosenza: “Un disastro”

© Riproduzione riservata

TI POTREBBE INTERESSARE
L'appuntamento è per domenica 16 giugno e al centro dell'iniziativa ci sarà la terza età. Il titolo è già tutto un programma: "Siamo tutti anziani"
Secondo quanto raccontato da "Basta vittime sulla statale 106": il conducente della vettura sbalzato fuori dall'abitacolo e incastrato nel guardrail
Ci sono anche due deputati calabresi tra i parlamentari sanzionati dall'ufficio di presidenza della Camera dei deputati
Soddisfazione da parte del presidente di Coldiretti Calabria Franco Aceto: "Ma non basta, la mobilitazione continua"
l'inviato
Centinaia di chilometri di arenile ubicati a ridosso della statale 18 invasi da erbacce, rifiuti e liquami fognari
L'Intervista
Il testo licenziato dal Senato - spiega il governatore della Calabria al Corriere della Sera - è un buon testo, ma deve essere migliorato”
I messaggi social con la firma delle “Brigate Rosse” diretti a due cosiddetti "diarchi fascisti": "Siete condannati a morte"
La Cgil incalza di fronte all'ennesimo episodio "Bisogna prendere provvedimenti drastici e urgenti affinché i colleghi vengano tutelati"
Accolte le istanze dei difensori del 31enne, di Spadola. Il Tribunale di Messina ha ritenuto inammissibile la richiesta della Dda
Accusati in concorso tra di loro di peculato, erano stati arrestati nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza. Accolte le le richieste della difesa
RUBRICHE

Testata giornalistica registrata al Tribunale di Catanzaro n.1 del Registro Stampa del 7/02/2019.

Direttore Responsabile Mimmo Famularo
Caporedattore Gabriella Passariello

Calabria7 S.r.l. | P.Iva 03674010792

2024 © All rights reserved